Intel, Edison e la sfida dei dispositivi indossabili

Qualcosa bolle in casa Intel, interessata a espandersi nel settore dei dispositivi indossabili come produttrice di chip. Dopo aver presentato il 10 settembre scorso Quark, il SoC più piccolo al mondo e progettato originariamente per il settore dei dispositivi medicali, il colosso di Santa Clara ha rivelato la sua idea di micro pc: Edison.

Intel_Edison_lead

Edison ha il form factor di una scheda SD e integra al suo interno tutta la connettività necessaria, ma, inaspettatamente, ha basato l'architettura interna su un più comune chip Atom (gli stessi utilizzati in molti tablet e smartphone), assicurando così una maggiore compatibilità con alcune distribuzioni Linux, versioni specifiche di Windows e Android.

Edison potrà essere sfruttato dai produttori di dispositivi indossabili senza alcuna modifica, semplicemente collegandolo al proprio hardware, permettendo così un notevole risparmio nel settore research and development.

Nonostante Intel sia intenzionata a rilasciare anche una versione di Edison basata su Quark, il micro pc sarà disponibile sul mercato a partire da questa estate sempre con la forma di una scheda SD, ma leggermente più spessa, in modo da non inserirla accidentalmente in un lettore di memory card.

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.