Apple insegue Samsung: maggiore attenzione al marketing per il futuro

Se c'è una cosa per la quale Samsung ha superato Apple è l'investimento in pubblicità. Non soltanto per gli spot, ma anche per il product placement, ovvero per la presenza dei suoi dispositivi nel mondo del cinema e in mano ai cosiddetti influencer, personaggi di rilievo con un grande seguito di fan. Tra le ultime mosse portate a segno ricordiamo lo spot al Super Bowl 2013 (per 15 milioni di dollari) e il selfie che ha ottenuto più retweet di sempre, scattato con un Galaxy durante la Notte degli Oscar 2014.

selfie

Apple sta iniziando a soffrire l'investimento in marketing di Samsung e non lo nasconde più di tanto. Di recente ha deciso di affidarsi anche ad altre 4 agenzie di comunicazione (WPP’s AKQA, Interpublic Group’s Huge, Area 17 e Kettle) per aumentare l'impatto e la quantità di pubblicità nel mondo ed ora cerca una nuova personalità come Buzz Marketing Manager. L'annuncio è molto dettagliato e si richiede un'esperienza di almeno 7/10 anni nel settore della televisione, oltre che la capacità di gestire moltissime partnership contemporaneamente. Un lavoro che si prospetta essere stimolante ed appagante, ma anche particolarmente impegnativo. A quanto pare questa volta è Apple che si trova ad inseguire, vedremo come andranno i prossimi anni.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.