Adobe Flash e sicurezza: cosa fare su Mac per tutelare i propri dati

adobeflash

In questi giorni si fa un gran parlare di un problema di sicurezza scovato dell'esperto Michele Spagnuolo nel Flash Player, il quale consentirebbe ad un malintenzionato di portare a termine un attacco cross-site request, ottenendo le nostre password per alcuni dei servizi web più utilizzati. Adobe ha prontamente rilasciato Flash 14.0.0.145 che risolve questa vulnerabilità codificata come CVE-2014-4671. L'aggiornamento è consigliato a tutti, anche perché Apple ha bloccato in remoto l'esecuzione delle versioni di Flash precedenti. Se con Safari questo risolve i problemi di sicurezza, la soluzione non vale per gli utilizzatori di Chrome, dal momento che questo include una propria versione di Flash che viene aggiornata insieme al browser. Se avete la 35.0.1916.153 allora vi troverete già il plugin sicuro, ma non sempre il rollout avviene per tutti nello stesso momento, quindi potreste trovarvi con una release precedente. Per verificare scrivete sulla barra degli indirizzi di Chrome chrome://plugins/ e scorrete fino a localizzare Adobe Flash. Se non avete la 14.0.0.145 vi conviene disabilitare il plugin e riabilitarlo solo dopo aver ricevuto l'ultima versione di Chrome.

flash

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.