Surface Pro 3 vs MacBook Air: Microsoft ripropone lo scontro

Surface-Pro-3

Vi ricordate della bizzarra offerta di Microsoft che scontava fino a $650 sul prezzo di un Surface Pro 3 nuovo dando in permuta un MacBook Air? Ebbene a quanto pare la casa di Redmond ha proprio preso di mira il portatile ultraleggero Apple che, secondo i suoi ultimi spot, offre molto di meno del Surface. Lo scontro inizia con l'hardware, sottolineando che entrambi montano un i5 con 4GB di RAM e 128GB di SSD, ma l'Air non può essere usato anche come tablet perché non si stacca la tastiera e non ha il touchscreen.

Per avere la stessa flessibilità del Surface i possessori dell'Air devono, secondo Microsoft, utilizzare anche un iPad ed un blocco note, perché oltre al touchscreen manca anche il pennino.

Il terzo ed ultimo spot mette a confronto la produttività, mostrando come anche Photoshop possa girare comodamente sul Surface Pro 3, dove si può utilizzare anche lo schermo sensibile al tocco per lo zoom o il pennino per la scrittura naturale. Infine il tablet Microsoft possiede una porta USB ed anche un'uscita video displayport, cose che sull'Air sono normali, ma non per l'iPad che non le possiede. In sostanza un unico prodotto può, sempre secondo Microsoft, sostituire sia l'iPad che il MacBook Air, risultando più conveniente e maggiormente flessibile.

Tre spot tutti incentrati sulla comparazione e con dati oggettivamente non confutabili. Rimane da domandarsi quanti possessori di Air farebbero davvero a cambio con un Surface Pro 3, dove non soltanto dovrebbero dire addio a OS X ma anche dimenticarsi la comodità di una tastiera robusta e a grandezza naturale.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.