Amazon lancia WorkMail, casella di posta professionale per $4 al mese

Amazon è nota per essere la più grande azienda di commercio elettronico al mondo, ma non è solo questo. Grazie ad Amazon Web Services è anche un partner IT di rilievo per il settore enterprise ed è proprio a loro che dedica il suo nuovo servizio WorkMail. Annunciata oggi in modalità preview sul proprio sito, WorkMail è una casella di posta che sarà supportata da tutti i principali client, da Outlook fino a quelli nativi di iOS e Android. La casella di posta provvederà a crittografare tutti i messaggi ed offrirà 50GB di storage per ogni utente. Il prezzo mensile per il mantenimento della WorkMail sarà di $4, e comprenderà anche la possibilità di gestire contatti e calendario. Al momento ci si può iscrivere per partecipare alla preview e ottenere una casella WorkMail gratuita per 30 giorni.

workmail

Con questa mossa Amazon si pone in diretta competizione con servizi di posta enterprise di Google e Microsoft. Il mondo di internet si è evoluto tantissimo negli ultimi anni, ma la casella di posta continua ad avere un ruolo centrale nelle comunicazioni. Sicuramente è un settore dove c'è ancora largo margine di miglioramento e Google sta tentando di sondare nuove soluzioni con il suo Inbox. Amazon, invece, ripensa la casella di posta in chiave enterprise, lanciando il guanto di sfida ad Exchange e Gmail for Domain, proponendosi come partner per le aziende. Se si dimostrerà una mossa vincente ce lo dirà solo il tempo.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.