Apple in procinto di creare un programma beta aperto al pubblico anche per iOS

iosimage

Con le ultime versioni di Mavericks e l'arrivo di Yosemite, Apple ha inaugurato il suo programma beta aperto al pubblico. L'obiettivo è quello di far testare il sistema operativo ad un numero maggiore di utenti, così da individuare più facilmente i bug e le aree che richiedono ulteriori ottimizzazioni. 9to5mac, nella persona del sempre ben informato Mark Gurman, afferma che a Cupertino sono pronti ad aprire per la prima volta anche le beta di iOS al pubblico. Finora solo gli sviluppatori paganti avevano questo "privilegio", mentre da iOS 8.3 si potranno installare gratuitamente. Visto l'interesse per le ultime novità che circonda questo mondo è facile che vi siano molti utenti disposti a provare le beta in anteprima, anche a rischio di malfunzionamenti. Tuttavia Apple potrebbe, come accaduto per Yosemite, rilasciare al grande pubblico solo le versioni più avanzate e stabili, mantenendo una priorità per i soli sviluppatori nelle prime e più incerte beta. Per il momento, infatti, è già stata distribuita la prima build di iOS 8.3, la quale include la possibilità di usare CarPlay via wireless, l'autenticazione in due fattori di Google e una nuova tastiera per le emoji. L'inaugurazione del programma beta aperto al pubblico è prevista per la metà di marzo, periodo in cui iOS 8.3 dovrebbe essere già arrivato alla terza (e presumibilmente più stabile beta). Nel frattempo in Apple lavorano già ad iOS 9, il quale sarà presentato presumibilmente a giugno durante la WWDC 2015.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.