Recensione: Think Tank Mirrorless Mover 30i, una borsa per fotocamere senza specchio

mirrorless-mover-30i

Le fotocamere senza specchio sono sempre più diffuse ed oggi sono lo strumento preferito dai fotografi in viaggio, spesso anche di quelli che lavorano con reflex professionali. La qualità d'immagine offerta è molto elevata, ma gli ingombri sono particolarmente ridotti, specie con l'aumentare delle ottiche. La Mirrorless Mover 30i di Think Tank consente di trasportare un corpo mirrorless ed un discreto parco di obiettivi ed accessori in uno spazio molto contenuto. È una borsa ben realizzata, con finiture di qualità ed un look semplice ma riuscito. Si tratta del modello più capiente di questa serie, che include anche le più piccole 5, 10 e 20. Uno dei vantaggi del modello testato è che ha uno spazio anche per un tablet o, eventualmente, un piccolo ultrabook con schermo pari o inferiore a 10".

think-tank

Di seguito vi propongo la mia video recensione e, con l'occasione, vi ricordo che i "mi piace" sono sempre molto graditi e che potete iscrivervi al nostro canale YouTube da questa pagina.

Conclusione

Complessivamente la Think Tank Mirrorless Mover 30i è un'ottima borsa. Compatta e ben costruita offre tutto lo spazio necessario per un buon corredo fotografico più un tablet. È ricca di piccoli scomparti, possiede una copertura contro la pioggia ed è ben imbottita. Leggermente al di sotto delle aspettative la tracolla e i separatori interni, ma l'unico aspetto negativo rilevante è il prezzo, perché costa circa 80€. Se vi state chiedendo se li vale la mia personale opinione è sì, per questo le associo un voto di 4 stelle.

PRO
Design ed ergonomia riusciti
Abbastanza robusta e ben rifinita
Spazio sufficiente per un corredo mirrorless
Tasca per un tablet fino a 10"
Copertura anti-pioggia inclusa
Manico e fondo ben imbottiti

CONTRO
Prezzo relativamente elevato
Tracolla poco imbottita
Separatori "leggeri"

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.