Le foto diventano ancora più grandi con Lightroom per Apple TV

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Michele Castelli, Giammarco Russo.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Se parliamo di Adobe, non possiamo di certo dire che l’azienda sia mai stata timida nel portare le sue applicazioni più famose su tutta la gamma di dispositivi Apple, con risultati il più delle volte molto buoni, riuscendo a sfruttare al meglio le caratteristiche peculiari di ciascun device. A questo giro, l’azienda di San Jose, ha deciso di fare un passo verso il dispositivo di Cupertino meno professionale che ci sia, Apple TV. Per farlo si è scelto uno dei software prìncipi di Adobe: Lightroom.

lightroom-appleTV-2

Il programma di catalogazione e post produzione fotografica è già presente, oltre che su Mac e Windows, anche su dispositivi mobile, nelle sue versioni ottimizzate per iPhone, iPad e Android. Non manca infine la possibilità di avviarlo via web browser. Ovviamente il livello di produttività è decisamente diverso a seconda del dispositivo in uso. Su Apple TV, Lightroom è stato pensato per la sola funzione di visualizzazione del proprio catalogo fotografico. Tuttavia non si può considerare di poco conto, il vantaggio di poter mostrare comodamente, su un grande schermo, il proprio lavoro ai clienti in studio, oppure, di godere dei nostri scatti direttamente dal TV del salotto, con il resto della famiglia.

lightroom-appleTV-3

Nel comunicato stampa rilasciato da Adobe, viene menzionato il fatto che è possibile visualizzare le immagini con la funzione Slideshow, rimanendo sempre in grado di zoommare in ciascuna di esse fino ad un ingrandimento del 200%, e di navigare attraverso la nostra libreria sincronizzata. Lightroom per Apple TV richiede la quarta generazione del set-top-box made in Cupertino, oltre alla sottoscrizione di un abbonamento Creative Cloud per poter effettuare il login.

Simone Sala

Junior Editor - Appassionato di tecnologia, mi piace analizzarne sia gli aspetti tecnici che i risvolti sociali. Sono curioso per natura e cerco sempre di sperimentare le ultime novità in qualsiasi ambito. Collaboro con SaggiaMente dal 2016.