AKiTiO Node, il primo box per eGPU Thunderbolt 3 economico

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Silvio Rivoira, Gregorio Seidita.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Qualche giorno fa ho provato a fare il punto sull'uso delle eGPU in ambiente Mac, ovvero schede grafiche esterne montate in appositi case PCIe. Riassumendo per sommi capi l'articolo in questione, ho concluso che ad oggi non sembrano convenienti. Hanno infatti senso su macchine che partono da una buona dotazione di RAM e CPU (quindi costose) e richiedono un notevole esborso aggiuntivo per i case e le GPU, contando anche che i driver o non ci sono o sono relativi a schede anziane, il supporto non è ottimale e potrebbe anche essere eliminato dai futuri aggiornamenti di macOS. Insomma, non proprio una situazione rosea.

akitio-node-features

Uno dei problemi elencati, però, è stato parzialmente risolto in queste ore da AKiTiO, che ha presentato un box Thunderbolt 3 dal costo molto contenuto. Questo consente di installare GPU full size sulla porta PCIe 3.0 ed include un alimentatore da 400W per supportarle. AKiTiO Node, questo è il nome del box, risulta semplice e discreto, ma la cosa veramente positiva è il prezzo: solo $299. Una cifra impensabile fino a poco tempo fa. Come ricorda Anandtech, nel 2014 si potevano spendere fino a $1000 per un prodotto analogo e che aveva meno potenzialità vista la banda dimezzata della Thunderbolt 2. Questo cambia certamente un po' le carte in tavola, ma non del tutto. Le altre limitazioni/problematiche che ho citato purtroppo rimangono ed è il principale motivo per cui soluzioni del genere hanno fatto divertire molti appassionati ma non sono mai stata prese seriamente in considerazione dal mercato. Magari le cose potranno cambiare ora che è stato presentato un box davvero abbordabile, ma questo genere di soluzione non nasce per ottenere un largo riscontro.

akitio-node-psu

Ho lasciato per ultima la pillola più amara: AKiTiO non fa alcuna menzione alla compatibilità con i nuovi MacBook Pro. L'ipotesi più accreditata è che il box sia stato progettato prima dell'uscita dei modelli 2016 e che i problemi di incompatibilità tra i chipset USB-C di TI di prima e seconda generazione venisse alla luce. Tuttavia il Node sarà disponibile da dicembre ed è strano che AKiTiO non ne abbia approfittato per correggere il tiro, specialmente perché molti dei suoi prodotti sono realizzati specificatamente per Mac. Contiamo di saperne di più nelle prossime settimane, ma nel frattempo prendiamo atto che i prezzi si stanno finalmente abbassando.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.