AsSaggio: SanDisk Cruzer Ultra USB-C 128GB, la pendrive che vuol fare la moderna

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Roberto Vigna, Luigi Polloniato.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

macbookpro15-touchbar-pendrive-usbc

Dopo due anni di convivenza con i MacBook (2015 e 2016) mi sono un po' stancato di dover usare un adattatore anche per una banale pendrive. Avevo adocchiato alcuni modelli con doppia porta USB-A/USB-C, come la SanDisk Ultra Dual, ma non mi piaceva l'idea di perdere la compattezza dovuta alle più piccole dimensioni della USB-C. Inoltre ho avuto altre pendrive con porte retrattili e non mi hanno mai entusiasmato. Alla fine ho deciso per un taglio netto ed ho comprato una SanDisk Cruzer Ultra 128GB USB-C che, al momento, posso usare nativamente sul MacBook Pro 15" 2016 (recensione) e su un paio di PC che ho assemblato.

cruzer-ultra-usbc

Questa è davvero molto compatta, esteticamente curata e solida. Dà l'idea che il connettore sia retrattile, ma in realtà è solo il supporto di plastica alla base che indietreggia per consentire il corretto inserimento nella porta del computer. L'ho formattata in ExFAT per maggiore flessibilità e la sto usando con soddisfazione da metà novembre. La velocità operativa è molto buona viste le dimensioni, con un picco di scrittura da oltre 70MB/s ed una lettura che raggiunge davvero i 150MB/s dichiarati. In caso di necessità riesco anche ad usarla sul Mac Pro con uno strano adattatore, ma in quel caso la velocità scende drammaticamente (circa 40MB/s sia in lettura che in scrittura).

cruzer-ultra-usbc-speed

Conclusione

Parlando dell'OWC Mercury Elite Pro Qx2 ho sottolineato il fatto che per la memorizzazione di dati importanti di lavoro preferisco usare connessioni più diffuse, le quali offrono maggiori garanzie di compatibilità. Ovviamente quando questo non limita in alcun modo le funzionalità e la banda effettivamente sfruttata (il caso del RAID appena citato rientra perfettamente nella casistica). In questa pendrive, invece, inserisco dei dati di appoggio temporanei, che nella maggior parte dei casi risiedono in copia sul NAS. Per questa ragione ho preferito iniziare ad assaggiare la comodità di una connessione più piccola e reversibile. In questi due mesi non ho notato alcuna flessione nelle prestazioni (ho rifatto i test di recente per sicurezza), per cui devo dire di essere complessivamente molto soddisfatto del prodotto. I prezzi variano a seconda della capacità, da un minimo di 14,40€ per il modello da 16GB fino ad un massimo di 50€ per quello da 128GB.

PRO
+ Piccola e leggera
+ Ampia capienza
+ Buona velocità in rapporto alle dimensioni
+ Comoda da usare nativamente sui computer con USB-C

CONTRO
- Non è comoda sui computer "vecchi"

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.