CES 2017: Nvidia e Audi assieme per le autovetture con guida senza conducente

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Giammarco Russo, Andrea Martini.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Non è un mistero che Nvidia sia da tempo interessata al campo dell'automotive e delle auto con guida automatica. A questo CES 2017 la società ha annunciato di aver stretto due importanti partnership con ZF e Bosch per la produzione di componenti per le auto del (non così lontano) futuro, ma anche di aver avviato una importante collaborazione con Audi che dovrebbe portare, entro il 2020, alla produzione della prima auto con guida autonoma.

Il CEO di Nvidia Jen-Hsun Huang ha anche mostrato un SUV Audi Q7 demo, sostenendo che essa abbia imparato a... "guidarsi" in solo quattro giorni, grazie all'intelligenza artificiale sviluppata, denominata Drive PX 2. La stessa tecnologia è alla base di ProAI, sviluppata con ZF, che sarà installata tanto nei veicoli da lavoro  quanto nelle auto normali. Anche la collaborazione con Bosch dovrebbe portare ad un simile risultato.

La strategia di Nvidia è, quindi, più che chiara: aggredire il mercato con quante più collaborazioni possibili, di modo che le case automobilistiche interessate nello sviluppo di macchine con guida autonoma possano rivolgersi alle sue soluzioni, piuttosto che svilupparle in casa. Un approccio simile potrebbe essere adottato da Apple con Project Titan, qualora esso veda mai la luce.

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.