Facebook aggiunge il supporto al login con le Security Key anche per macOS

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Ivan Vannicelli, Lorenzo Rossini.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

La sicurezza dei dati personali è un argomento sempre più sentito. Al di là delle beghe fra Apple ed FBI dello scorso anno, i dati che salviamo sui dispositivi o condividiamo sui social network (anche solo con la cerchia degli “amici più stretti”) possono permettere a chiunque sia dotato delle opportune conoscenze in materia di ricostruire facilmente le nostre abitudini, i nostri spostamenti o le nostre preferenze. Proprio per questo, è sempre opportuno non solo dotarsi di una password robusta (alzi la mano chi non conosce qualcuno che usa “12345” o “password”), ma anche abilitare la funzione di autenticazione a due fattori per i servizi che la supportano.

Facebook è stato tra i primi social network ad introdurre la predetta autenticazione grazie all’invio di un SMS contenente un codice di verifica da inserire prima di accedere al proprio profilo da un dispositivo non autorizzato, ma, purtroppo, se si è al centro di un attacco informatico, vedersi clonata sia la SIM che il numero di telefono non è una ipotesi tanto peregrina, visto che è una operazione abbastanza semplice. Ovviamente, è sempre opportuno precisare che, a meno che non si ricoprano posizioni di rilievo, è parecchio difficile che l’ex marito o l’amante siano in grado di effettuare simili operazioni.

Per chi ci tenesse in particolar modo al proprio profilo, da oggi potrà ricorrere anche su macOS alle Security Key che supportano lo standard open U2F (Universal 2nd Factor) della FIDO Alliance: sono dispositivi USB veramente piccoli che vanno inseriti in una porta del proprio computer prima di effettuare il login a Facebook o ad altri servizi in grado di sfruttarli (come i Google Account o Dropbox, per citare alcuni fra i più diffusi). Qualora un malintenzionato volesse accedere da computer senza essere in possesso della chiave fisica, non potrebbe farlo.

Il supporto alle Security Key era già disponibile da qualche tempo per quasi tutti i profili solo in ambiente Windows e, purtroppo, su macOS sono è possibile sfruttarle solo con Opera o Chrome. È opportuno specificare che le Key non possono essere utilizzate per i login da app su dispositivi iOS e Android, ma nel caso in cui si abbia uno smartphone col sistema operativo di Google e con supporto NFC, è possibile usarle via NFC per il login da browser.

I dispositivi possono essere acquistati su Amazon e i prezzi variano fra i 20 e i 55 €.

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.