Matt Casebolt lascia Apple (e Titan) per Tesla

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Stefano Collenghi, Francesco Paolucci, Matteo Cefaloni, Roberto Ferrero, Alberto Fabio Callea, Andrea Ippolito.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Matt Casebolt non è il primo nome che ci viene in mente pensando ad Apple, perché è uno di quelli che lavora un po' più dietro le quinte, ma il suo apporto non è per questo meno rilevante. Ha firmato 52 brevetti durante la sua attività nell'azienda di Cupertino, in cui ricopriva dal 2014 il ruolo di "Director of Product Design", ha contribuito alla realizzazione del primo MacBook Air, dell'attuale Mac Pro "cilindro" e dell'ultimo MacBook Pro con la sua già iconica Touch Bar.

matt-casebolt

Matt Casebolt non è il primo profilo di spicco ad abbandonare Apple negli ultimi anni. Solo ieri abbiamo parlato dell'addio di Chris Lattner – persona di grande spessore e creatore del linguaggio di programmazione Swift – ma le uscite pesanti si susseguono con un ritmo sostenuto e non sono compensate dalla presenza di nuovi astri altrettanto splendenti.

tesla

Matt Casebolt non è il primo che lascia Apple per Tesla, dove gli è stato ritagliato su misura il ruolo di "Senior Director Engineering, Closures & Mechanisms". 9to5mac sottolinea il fatto che a Cupertino avrebbe potuto lavorare al progetto automobilistico Titan, ma ha preferito piuttosto cambiare azienda.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram