Apple manda in pensione iPod nano e iPod shuffle

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Marco Babolin, Andrea Armellin.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Il tempo scorre inesorabile e, nel mondo della tecnologia, a volte pochi anni possono essere eoni: non più di dieci anni fa il primo iPhone era stato commercializzato in grandissimo stile da Apple. L'allora iPhone OS era già dotato dell'app per ascoltare la musica, denominata proprio iPod come l'iconico lettore multimediale che aveva risollevato le sorti della società. Anche la sua icona ricalcava il design dell'mp3 player.

Col passare del tempo, il volano di vendite di Apple è diventato il suo smartphone e iPod è stato pian piano oscurato dal suo successo. Del resto, perché avere un dispositivo in grado di riprodurre solo musica quando è possibile avere uno smartphone in grado di fare tante altre cose? Oggi iPod non ha più lo stesso fascino di una volta (il nano e lo shuffle non sono mai più stati aggiornati dal 2010), tanto da portare Apple ad eliminarli dallo store definitivamente pochi minuti fa.

Dubito fortemente che a settembre ne vedremo delle nuove versioni, così come non so se iPod touch sarà ribrandizzato semplicemente iPod, visto che è l'unico superstite di una gloriosa stirpe di lettori musicali.

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.