Philips amplia il catalogo Hue e rende più convenienti alcuni Starter Kit

Quando si parla di illuminazione smart – sebbene i concorrenti siano sempre più numerosi – è Philips a farla da padrona, con la sua serie Hue, arrivata sul mercato quando questa tecnologia era ancora estremamente di nicchia. Oggi l'azienda ha annunciato una serie di nuovi prodotti che vanno ad espandere il proprio catalogo, ovviamente tutti compatibili con Apple HomeKit.

In primo luogo troviamo il Philips Hue White Ambiance Cher Suspension, un lampadario a sospensione di quelli tipicamente utilizzati in cucina, di dimensioni piuttosto generose . La luce emessa arriva a 3000 lumen (@4000 Kelvin) e il costo si attesta sui $230 per il mercato USA. Sempre tra le lampade da soffitto, sono stati introdotti dei nuovi faretti da incasso, disponibili sia in versione da 4" e 700 lumen che da 5/6" e 750 lumen.

Parlando invece di lampadine, Philips ha realizzato un nuovo Starter Kit comprensivo di bridge 2.0 e quattro lampadine formato A19 (questa sigla si riferisce al rapporto di forma del bulbo largo, e non dell'attacco che è invece E27). I quattro bulbi possono essere ad illuminazione bianca fissa, al costo di $100, bianca con regolazione della temperatura colore ($150) oppure RGB ($200). Attualmente a questi prezzi si trovano kit con solo tre lampadine. L'arrivo sul mercato è previsto per ottobre. Solitamente è comunque possibile acquistare i prodotti del catalogo Philips Hue su Amazon, risparmiando qualcosa. Ancora meglio è bene approfittare degli sconti periodici che segnaliamo sul nostro canale Telegram SaggeOfferte.

Simone Sala

Junior Editor - Appassionato di tecnologia, mi piace analizzarne sia gli aspetti tecnici che i risvolti sociali. Sono curioso per natura e cerco sempre di sperimentare le ultime novità in qualsiasi ambito. Collaboro con SaggiaMente dal 2016.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.