Il Galaxy S9 si mostra (tramite evleaks) con un mese di anticipo sulla presentazione

Non si è fatto vedere al CES 2018, sebbene la presentazione del nuovo SoC Exynos 9810 abbia costituito una piccola anticipazione. Ma lo vedremo comunque ad una fiera. Il Galaxy S9, insieme alla variante Plus, farà il suo debutto in società il 25 febbraio al Mobile World Congress di Barcellona. Negli inviti alla stampa, Samsung ha messo curiosità soprattutto sulla parte fotografica, per la quale in effetti ci sono parecchie aspettative, a partire dal passaggio a un modulo dual camera. Meno attesa vi è invece per il design, che dovrebbe trattarsi una lieve evoluzione di quello dell'S8. In effetti, l'immagine pubblicata oggi dal noto evleaks su VentureBeat sembra corroborare tali sensazioni.

In realtà, se si guarda più attentamente, si noterà che non vi è più simmetria tra bordo superiore ed inferiore, con quest'ultimo che risulta un po' meno pronunciato. Ma si tratta in ogni caso di dettagli, mantenendo per il resto un forte legame con l'attuale generazione. Quanto mise in luce evleaks lo scorso novembre resta pressoché inalterato. Comparati a S8 e S8+, le differenze tra i due modelli saranno ben più marcate rispetto ai soli display, 5,8" per quello più piccolo e 6,2" per il grande, in entrambi i casi Super AMOLED come da tradizione. Al di là del design, il maggiore punto in comune sarà rappresentato dal già citato Exynos 9810. Sarà prodotto a 10 nanometri e presenterà una configurazione octa-core, 4 ad alte prestazioni e 4 a basso impatto energetico, da scatenare tutti insieme all'occorrenza. In comune anche la fotocamera principale, quella anteriore da 8 Megapixel, il sensore d'impronte posto sempre sul retro ma più in basso e gli altoparlanti stereo.

Accennate le parti uguali, andiamo ad occuparci delle differenze anticipate da evleaks. S9 presenterà RAM e memoria flash pari a S8, ovvero 4 e 64 GB; S9+ godrà di maggiori attenzioni, portando tali valori rispettivamente a 6 e 128 GB. L'altro punto principale di contrapposizione è rappresentato dal comparto fotografico. Il sensore primario sarà uguale per entrambi, da 12 Megapixel e con un sistema meccanico che permette un'apertura variabile tra f/1,5 e f/2,4. Solo S9+ disporrà però anche del secondo sensore, sempre da 12 MP ma con un'apertura fissa, non meglio specificata in queste ultime indiscrezioni. Le due fotocamere saranno allineate verticalmente. Tra le modalità di registrazione, vi sarà un "super slow motion" per catturare nel dettaglio i movimenti più rapidi.

Una strategia di divergenze che abbiamo già visto altrove, con successo. Ma che, sempre come abbiamo osservato nei confronti di chi l'ha applicata, non ci lascia convinti. È un formato commerciale che di fatto penalizza l'utente che sceglie il modello più piccolo, quando invece al di fuori dello schermo meriterebbe caratteristiche tecniche pressoché pari a quelle di chi ha invece acquistato la variante Plus. Ad ogni modo, non ci resta che attendere il 25 febbraio. Gli interessati all'acquisto dovranno poi aspettare qualche altra settimana ancora visto che, come pure l'immagine trapelata mostra, la disponibilità effettiva partirebbe dal 16 marzo.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.