Questa mattina è stato presentato in Cina il nuovo Honor 10, top di gamma del brand "giovane" di Huawei. Il design si ispira chiaramente al P20, ma sotto il cofano ci sono molte differenze. Cominciamo dalle somiglianze che sono perlopiù estetiche, come la presenza del notch (che si può nascondere con la top bar nera tramite software) e del bordo inferiore, mentre il retro ha una scocca realizzata con 15 strati di vetro e curvatura 3D, che danno vita a dei curiosi giochi di riflessi. Passando alle specifiche hardware troviamo il processore Kirin 970 octa core da 2,36GHz e una GPU Mali-G72 MP12, 4 o 6GB di memoria RAM dual channel e 64 o 128GB di memoria interna, espandibili tramite l'utilizzo di schede microSD. Il display è grande 5,84", il pannello è di tipo IPS con risoluzione FullHD+ (2280 x 1080), la batteria ha una capacità di 3400 mAh e supporta la ricarica rapida fino a 4,5A.

Passando all'aspetto fotografico che è una delle caratteristiche più ricercate negli smartphone moderni, l'Honor 10 possiede una doppia fotocamera posteriore, rispettivamente da 24 e 16 MP, entrambe con apertura f/1.8 e sistema autofocus Dual PDAF mentre la fotocamera frontale è da 24MP. Il software che gestisce queste fotocamere consente di scegliere 22 scene preconfezionate che, grazie all'uso di AI e Machine Learning, riesce a riconoscere oggetti e scegliere al meglio le impostazioni giuste. Non manca ovviamente la modalità ritratto e nemmeno il 3D Portrait Light. L'Honor 10 arriverà in Europa il 15 maggio in 4 colorazioni: Gull Gray, Deep Night, Phantom Blue e Mirage Purple ed avrà un costo indicativo di 350€ per il modello con 4GB di Ram e 64GB di memoria e 399€ per il modello con 6/128GB.

Massimiliano Latella

Guest Editor - Fotografo matrimonialista, suono il Basso e la tecnologia è il mio leitmotiv.