Arrivano OnePlus 6 e i nuovi auricolari wireless Bullets

Prosegue la tradizione di OnePlus di offrire smartphone top di gamma a prezzi abbordabili. L'azienda fondata da Carl Pei ha cercato sin dagli inizi di offrire nei suoi smartphone un'esperienza pressoché completa, sia dal punto di vista hardware sia da quello software. Una strategia che ha portato i suoi frutti nelle vendite. Di modello in modello si stanno smussando sempre più quei peccati di gioventù che si avvertivano quando comparata ai colossi di settore in certi ambiti. Oggi, dopo una corposa fase di anticipazioni social, è stato svelato il nuovo OnePlus 6.

L'estetica frontale segue la tendenza borderless o quasi che parecchi altri produttori del mondo Android hanno abbracciato. E se ve lo state chiedendo, ma l'immagine soprastante l'avrà già messo in chiaro, la risposta è sì: ha il notch nella parte superiore. La scocca è prevalentemente in vetro Gorilla Glass 5, con un effetto curvatura ai lati, e dispone della resistenza all'acqua. L'ampio schermo AMOLED da 6,28" presenta un rapporto d'aspetto 19:9, con una risoluzione pari a 2280x1080 pixel e varie opzioni di calibrazione, inclusa una che copre lo spazio colore DCI-P3. Sul retro, oltre alla doppia fotocamera di cui parleremo più avanti, è dotato del sensore d'impronte digitali. È possibile utilizzare anche il riconoscimento facciale, che OnePlus assicura essere molto rapido ed efficiente. Sulla destra, in linea a quanto già visto sui precedenti OnePlus, è presente uno slider che permette di scegliere rapidamente uno dei tre principali profili per le notifiche: sonore, sola vibrazione o silenziose.

Andando all'interno del dispositivo, troviamo un SoC octa-core Qualcomm Snapdragon 845, coadiuvato dalla GPU Adreno 630. La memoria RAM ammonta a 6 o 8 GB a seconda della versione; anche lo spazio d'archiviazione varia in base al modello scelto, tra 64, 128 o 256 GB, non espandibili. Sul piano della connettività viene proposto un pacchetto completo, con supporto dual nano SIM, 4G LTE Gigabit, Wi-Fi 802.11ac dual band MIMO, Bluetooth 5.0 ed NFC. Analogo discorso vale per la navigazione satellitare, con GPS, GLONASS, Galileo e BDS. La batteria non rimovibile è da 3300 mAh, dotata del sistema rapido di ricarica proprietario Dash Charge. Curiosa omissione la ricarica senza fili, considerata la costruzione in vetro.

Il comparto fotografico ha ricevuto alcuni cambiamenti rispetto i due diretti predecessori. Ciò che risulta identico è il conteggio dei Megapixel, 16 per la fotocamera principale posteriore e 20 per quella secondaria, con apertura f/1,7 per entrambe, autofocus a rilevamento di fase e flash a doppia tonalità. La principale miglioria è rappresentata dall'inclusione dello stabilizzatore ottico, che si affianca a quello ibrido che sfrutta software e giroscopio. Sono state aggiunte modalità slow motion per i video sino a 240 fps in 1080p, che raddoppiano scendendo a 720p. La risoluzione massima di cattura dei filmati è invece 4K, a 60 fps. Sia le fotocamere posteriori che quella anteriore, da 16 Megapixel, dispongono della modalità ritratto. L'audio prevede un altoparlante principale nella parte inferiore del dispositivo, con supporto Dirac HD e Dirac Power, per la riproduzione ed un set di microfoni con cancellazione di rumore per la registrazione. Il jack cuffie da 3,5 mm è presente, insieme alla porta USB-C.

A livello software, Android 8.1 Oreo è il sistema operativo preinstallato, con le personalizzazioni Oxygen OS contenute all'utile indispensabile. Tra le principali si segnalano il sistema di navigazione a gesti, già visto sul 5T e che anticipa di qualche mese quello previsto in Android P, e il nuovo editor video integrato. A proposito di Android P, è un aspetto molto meritevole da sottolineare in vista del futuro rilascio l'inclusione di OnePlus 6 già nell'attuale fase Beta, insieme ad altri dispositivi non Google. Lo smartphone è disponibile in preordine su Amazon, con l'entrata ufficiale in vendita prevista per il 23 maggio. Si parte da 519 € per la versione 6/64 GB, che salgono a 569 € per quella 8/128 GB. Per entrambe la colorazione base è Mirror Black, mentre per la più ricca si può scegliere pure Midnight Black. Sembrano essere invece, almeno per ora, esclusive dello store OnePlus i modelli 8/256 GB e la tonalità Silk White.

Ma OnePlus 6 non è stato l'unico prodotto presentato oggi. Sono stati ufficializzati anche i nuovi auricolari Bullets Wireless, con alta qualità audio grazie ad un sistema integrato per ridurre le distorsioni ed un sistema di ricarica rapida che permette di ottenere 5 ore d'ascolto ininterrotto con soli 10 minuti alla presa di corrente, mentre ne occorrono complessivamente 25 per ripristinare l'autonomia totale di 8 ore. Interessante la clip magnetica sulla parte posteriore delle due capsule, con la duplice funzione sia di tenerle più raccolte sia di effettuare lo spegnimento automatico dopo l'attrazione. I Bullets Wireless sono inoltre compatibili con l'Assistente Google. Non manca la resistenza all'acqua, rendendole adatte all'uso durante l'attività fisica. Il loro costo sarà di 69 € e verranno rilasciate con un sistema a lotti, il primo a partire dal 5 giugno.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.