Il 2019 di Apple sul fronte audio: altri due AirPods, cuffie Studio e nuovi HomePods

Questa settimana inizia con quella che si potrebbe ormai definire "tipica gurmanata". Nel report pubblicato poche ore fa su Bloomberg l'ormai celebre giornalista, ben informato sui programmi di Apple, ha svelato alcune novità interessanti circa il futuro dei prodotti audio made in Cupertino. Dopo anni di bianche "cuffiette" col filo che hanno segnato una intera generazione, l'acquisizione di Beats sembra aver risvegliato l'attenzione per l'audio di un'azienda che con la musica ci è sempre andata a braccetto. Ad aprire le danze i primi eccellenti AirPods (recensione), poi l'HomePods (anteprima) e in futuro chissà... beh, in realtà qualcuno lo sa di certo perché le solite persone ben informate hanno spifferato a Mark Gurman un po' di dettagli su quello che arriverà nel prossimo anno.

apple-airpods-13

Il primo prodotto atteso è la nuova generazione di auricolari tru-wireless, che dovrebbe arrivare entro la fine del 2018, con l'aggiunta di una migliore resistenza all'acqua/sudorazione, ma si sta lavorando anche per estendere la portata del segnale ed introdurre la cancellazione del rumore attiva. Apple, però, starebbe già approntando i progetti di una terza generazione di AirPods high end, destinata a portare più in alto la fedeltà di riproduzione e ad aggiungere il supporto nativo ad Ehi Siri.

Se ricordate, qualche tempo fa si ipotizzava anche che Apple avrebbe potuto realizzare delle cuffie a proprio marchio. L'indiscrezione viene riconfermata da Gurman, il quale ci informa anche di alcuni problemi di realizzazione che ne hanno slittato la probabile consegna al 2019. Queste cuffie, presumibilmente over-ear, dovrebbero essere dei modelli premium rispetto le Beats ed offrire una qualità da studio.

Molte meno le informazioni che riguardano il futuro HomePods, del quale viene solo confermata la possibile presentazione nel 2019 oltre ad una serie di piani per modificare la strategia ed i partner produttivi. Chissà se prima di quella data si degneranno di ampliarne la vendita ed il supporto anche ad altre lingue al di fuori delle sole tre (più varanti) gestite ad oggi.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.