Samsung svelerà il prossimo Galaxy Note il 9/8; intanto fa (finalmente) pace con Apple

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Filippo Lelli Mami, Nicola Modugno.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Oggi è un giorno molto soddisfacente per Samsung. Ma non solo per essa, guardandola in un'ottica molto più ampia. Iniziamo tuttavia dalla prima notizia inerente il colosso coreano: è stato ufficializzato il prossimo evento Unpacked, che si svolgerà il 9 agosto a New York. La scelta del giorno appare tutt'altro che casuale, visto che salvo sorprese 9 sarà pure il numero di versione assegnato ai nuovi Galaxy Note in arrivo.

L'immagine scelta come teaser è molto semplice, senza dare grossi suggerimenti. O meglio, uno lo dà: l'ingrandimento che si vede non è riferito in realtà al bordo dello smartphone, bensì alla S Pen, punto focale dell'esperienza Galaxy Note e che sarà disponibile anche in una variante Gold. Per il resto, il Note 9 dovrebbe seguire la strategia già adottata di S9/S9+ puntando su un upgrade relativamente contenuto del modello corrente. L'area dove dovrebbero vedersi i maggiori miglioramenti, stando alle indiscrezioni, sarà quella fotografica e non stupirebbe se la tecnologia ISOCELL Plus annunciata anch'essa oggi fosse al centro dell'iniziativa, andando a migliorare tanto la sensibilità alla luce quanto la resa cromatica.

Squadra che vince non si cambia, come già fatto per la serie S, e del resto il grande successo ottenuto dai modelli correnti testimonia la bontà di questa scelta. Bisogna dare merito a Samsung soprattutto di essere riuscita a riprendere molto rapidamente il filo del discorso dopo che quasi due anni fa la famiglia Galaxy Note sembrava arrivata ad un binario morto a causa del fiasco esplosivo del Note 7, rischiando dal punto di vista commerciale di trascinarsi dietro pure gli altri modelli di fascia alta. Vedremo probabilmente l'anno prossimo il ritorno di evoluzioni più corpose su tutti i fronti, design incluso.

Nel frattempo, Samsung potrà godere dei benefici della seconda notizia odierna. Con un annuncio a sorpresa, la disputa legale con Apple è stata completamente chiusa in sede extragiudiziale. Niente più cause, niente più richieste d'ingiunzione, niente più appelli ad allungare la battaglia: stavolta è finita per davvero. Nel comunicato congiunto depositato presso la corte del Distretto Nord della California viene specificato come tutti i procedimenti in corso siano da considerarsi estinti. I termini dell'accordo, soprattutto quelli economici, non vengono svelati ma difficilmente la risoluzione è stata concordata gratis. Al di fuori dei milioni forse passati di mano, però, entrambe le parti sosterranno le rispettive spese processuali da pagare ai propri avvocati. Termina così, e mi sento di dire che speravo lo facesse già molto prima, una lunga guerra dei brevetti che non ha davvero giovato a nessuno, creando un positivo precedente per l'ultimo grande fronte ancora aperto che oppone Apple a Qualcomm. Una pace tra giganti che riporterà la competizione su un piano esclusivamente tecnico-commerciale, a favore di tutti gli utenti.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.