Il festival dei rumor: iPhone da 6,1", X Plus e iPad Pro con Face ID

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Matteo Quadri, Maurizio Guerra.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Si avvicina settembre con le sue giornate più fresche, il mare al massimo del suo splendore, gli ultimi aperitivi al tramonto e il lancio di nuovi prodotti Apple. Ovviamente, i giorni che ci separano fino al prossimo keynote saranno costellati di rumor e indiscrezioni, spesso contrastanti o poco affidabili, sui futuri modelli iPhone e iPad: onde evitare di tediarvi con tanti piccoli articoli, preferisco riassumerli in pochi post.

Ed è proprio il tablet di Cupertino che potrebbe essere oggetto di una profonda revisione in vista dell'introduzione del Face ID: secondo Macotakara (sito giapponese da prendere comunque con le pinze), l'introduzione del sistema di riconoscimento facciale comporterebbe sì una riduzione delle cornici, ma anche lo spostamento dello SmartConnector sul lato più corto. Su iPhone X il Face ID non funziona se il dispositivo è messo in orizzontale e, quindi, il connettore potrebbe essere posizionato in basso, accanto o dietro al connettore Lightning. Ciò modificherebbe molto l'esperienza utente di iPad, riportandoci ad una condizione simile a quella del primissimo tablet di Cupertino con la sua tastiera dotata di connettore Dock.

Il primo iPad con la sua tastiera dotata di connettore Dock

Visto che iPad è utilizzato più che altro in orizzontale, dubito che Apple modifichi in tal senso il design. Anzi, ricordo che qualche tempo fa alcune indiscrezioni puntavano su un nuovo Face ID pronto per settembre, in grado di funzionare anche col il dispositivo in orizzontale, cosa che risolverebbe il problema anche su iPhone, soprattutto se usato in auto come navigatore o sistema di infotaiment. iPad Pro, inoltre, dovrebbe perdere anche il connettore jack da 3.5mm: in questo caso, più che una scelta coraggiosa mi sembra una scelta insensata, visto che il tablet è spesso utilizzato come dispositivo per le presentazioni durante le conferenze e il jack audio è fondamentale per collegarlo all'impianto delle sale, spesso prive di un sistema in grado di usare, ad esempio, l'HDMI per veicolare sia il suono che le immagini.

Sempre Macotakara (via 9to5Mac) rilancia le indiscrezioni su un iPhone con display da 6.1" e display LCD, che sarà di tipo Full Active Display, cosa che permetterà di avere delle cornici da 0.5 mm, la metà di quelle di iPhone X. La cosa è però in netta opposizione a quanto si diceva nei giorni scorsi, quando erano emersi dei vetri frontali che mostravano una cornice maggiore rispetto a quella dei modelli X con OLED. La produzione di massa partirà durante il mese di agosto, ma l'inizio della commercializzazione potrebbe avvenire da novembre. Macotakara, ad ogni modo, non conferma né la fascia di prezzo (che dovrebbe comunque essere più bassa di iPhone X e X Plus) né il supporto a due SIM, tanto discusso negli scorsi mesi.

L'iPhone da 6.1" è stato mostrato anche in alcune immagini con il suo fratello maggiore X Plus: in realtà, sono due modelli "dummy" di cui Ben Geskin dichiara di essere venuto in possesso. Quello Space Grey sarebbe il nuovo telefono, mentre l'argentato sarebbe il fratello maggiore di iPhone X. Oltre alle due diverse fotocamere (il Plus sembra avere la stesa ottica di X normale, il 6.1" quella di iPhone 8), cambiano i materiali con cui sono stati realizzati: iPhone 6.1" sarebbe in vetro e alluminio, mentre il gigantesco X Plus con display da 6.5" in vetro e acciaio. I nuovi iPhone X e X Plus dovrebbero essere disponibili già da settembre. Insomma, fra poco più di un mese avremo le idee più chiare (e qualcuno fra noi il portafogli molto più leggero).

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.