La piattaforma video di Facebook, Watch, approda anche in Italia

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Roberto Pinna, Vincenzo Lapenta.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Prosegue la battaglia per accaparrarsi le attenzioni degli spettatori nell'arena dello streaming video. Un ambito che ha catturato l'interesse di pressoché tutti i colossi dell'ambito tecnologico, vedendoci pure un'opportunità per scardinare le potenti major dei media tradizionali. Pur passando relativamente sotto traccia, vista la sua esclusiva statunitense, anche Facebook sta compiendo importanti passi nel settore ed ora si prepara a mostrare i primi frutti concreti anche dalle nostre parti.

Facebook Watch ha fatto il suo debutto nel mercato domestico lo scorso anno, proponendosi come una piattaforma rivale soprattutto di YouTube. Che la creatura di Mark Zuckerberg cerchi spesso lo scontro diretto con Google non è una novità, fatto testimoniato anche dalle varie contromisure più o meno riuscite prese in quel di Mountain View negli anni. Proprio come il servizio di Big G, la pubblicazione di video è potenzialmente aperta a tutti e dà la possibilità di ottenere importanti risultati anche monetari se i contenuti suscitano elevato interesse. Rispetto a YouTube, tuttavia, Facebook incoraggia gli utenti a caricare serie complete di show piuttosto che singoli filmati. Le produzioni vengono rese disponibili sui singoli chiamati, qui chiamati pagine a testimonianza dello strettissimo legame col social network. Sono presenti funzionalità di ricerca dedicate così come consigli automatici per nuovi video potenzialmente interessanti e opzioni per apporre un segnalibro sui filmati preferiti o da guardare in un secondo momento.

Questa propensione verso le serie complete pone Facebook Watch anche in parziale competizione con le piattaforme chiuse come Netflix e Prime Video. L'azienda ha infatti immesso sin dal lancio un continuo flusso fresco di contenuti originali esclusivi, sia prodotti in proprio sia attraverso collaborazioni con personalità famose e media, caratteristiche su cui va detto pure YouTube sta investendo massicciamente negli ultimi tempi. La programmazione non è costituita però di soli eventi on demand, ma pure in diretta come gli eventi sportivi. Il tutto viene erogato gratuitamente, finanziato attraverso la pubblicità. È necessario tuttavia disporre di un account Facebook per poter accedere al servizio, un'altra differenza importante verso YouTube dove invece l'accesso per la fruizione rimane solo consigliato ed opzionale.

Facebook Watch è in fase di attivazione globale e viene reso disponibile in tre modalità: via web, destinata ai computer tradizionali; tramite l'app principale Facebook su smartphone e tablet iOS/Android/Windows; attraverso l'applicazione Facebook Video da installare su Apple TV, Android TV, Samsung Smart TV, Amazon Fire TV e Microsoft Xbox One.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.