Negli ultimi 15 giorni il mondo della fotografia non si è certamente riposato e a quanto sembra ci attendono almeno altri 15-20 giorni di fuoco sul fronte delle novità presentate dalle varie case produttrici. Dopo Nikon e Canon, ecco che questa mattina tocca a Fujifilm presentare la propria fotocamera top di gamma (almeno per il settore APS-C).

La Fujifilm X-T3 a prima vista è la copia identica della X-T2 (recensione) che va a sostituire, ma in realtà le novità sono tutte sotto la pelle. Se infatti le due macchine sono potenzialmente indistinguibili tra loro, è tutto nuovo il motore sotto il cofano. Il sensore è un X-Trans CMOS 4 da 26MP BSI (retroilluminato) ed è gestito dal nuovo e più veloce X-Processor 4 (ben 3 volte più prestante della vecchia generazione). Dati questi cambiamenti ecco che anche le capacità di scatto della macchina si evolvono di conseguenza. L'ISO nativo passa a 160 (da ISO 200) e c'è una nuova modalità SPORT che permette di scattare a ben 30 fotogrammi al secondo, anche se l'immagine avrà un crop del 1,25x, oppure 20 fotogrammi al secondo utilizzando l'intero sensore o ancora 11 fps utilizzando l'otturatore meccanico. Un ulteriore novità è rappresentata dalla modalità BOOST che adesso è attivabile anche senza l'uso del battery grip.

 

Il lato dove però Fujifilm sembra essersi concentrata maggiormente è quello che riguarda il video (contrariamente a quello che hanno fatto Nikon e Canon con le loro mirrorless). La X-T3 è capace di registrare video in 4K fino a 60 fps (DCI e UHD) ma è anche in grado di spedire un output a 10 bit 4:2:2 all'uscita HDMI che "scende" al formato 10 bit 4:2:0 nel caso di registrazione su memoria SD. La fotocamera può registrare internamente in F-log (con un iso minimo di 640) e il supporto a HLG arriverà verso la fine di quest'anno con uno dei famosi aggiornamenti firmware.

 

Ci sono dei miglioramenti anche per quello che riguarda mirino e display. Sebbene quest'ultimo mantenga inalterata risoluzione e incernieratura doppia come sulla X-T2, sul nuovo modello guadagna le funzioni touch, mentre il mirino è stato migliorato portando la risoluzione a 3,69 milioni di punti e il refresh a 100fps (in modalità boost). L'autofocus è stato migliorato e adesso è circa il 50% più veloce rispetto alla generazione precedente e ha una copertura pari a quasi tutto il fotogramma. La sensibilità minima adesso raggiunge i -3EV e sono stati migliorati il riconoscimento facciale e quello della pupilla, con quest'ultimo disponibile anche con l'autofocus continuo. Simpatica anche l'aggiunta di una nuova modalità di aiuto alla messa a fuoco manuale che simula lo schermo con microprismi delle vecchie reflex analogiche.

 

La Fujifilm X-T3 sarà in vendita dal 20 settembre ad un prezzo consigliato di $1499 per il solo corpo e $1889 per il kit con l'obiettivo XF 18-55mm. Aggiorneremo l'articolo appena avremo disponibili i prezzi italiani.

AGGIORNAMENTO: I prezzi italiani non sono molto dissimili da quelli in dollari, parliamo infatti di 1529€ per il solo corpo e 1939€ per la versione kit con obiettivo 18-55mm

Massimiliano Latella

Guest Editor - Fotografo matrimonialista, suono il Basso e la tecnologia è il mio leitmotiv.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.