Su Mojave alcune GPU non funzionano su Mac Pro 2010/2012, così come Boot Camp su iMac 27" 2012 con 3TB

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Matteo Quadri, Franco Magro, Marco Magherini, Giuseppe Pintore, Massimo Tofanelli, Giorgio Zamariola, Ivan Dama.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Ieri Apple ha reso disponibile il download della nuova versione di macOS, identificata dal nome Mojave (si pronuncia Mohavi). Moltissimi utenti hanno già provveduto all'update, poiché vi è una discreta fiducia in Apple pur essendosi verificati in passato dei saltuari problemi nei primi giorni di un nuovo rilascio. Chi utilizza il Mac per lavoro di solito tende ad aspettare un bel po' prima di aggiornare: bisogna prima verificare che tutte le app (e i plugin) siano compatibili (consigliamo il sito roaringapps.com) ed accertarsi che il sistema sia ritenuto stabile. Anzi, quando l'attuale versione in uso è perfettamente funzionante e l'update non apporta miglioramenti concreti per il proprio lavoro, l'aggiornamento è da ritenersi sostanzialmente inutile – e potenzialmente dannoso – su un computer "di produzione". L'utente medio, invece, è molto rapido a scaricare le nuove versioni di iOS e macOS, per questo in casa Apple troviamo il più ampio parco macchine sempre aggiornato all'ultimo release (cosa che non succede se si guarda a Windows o peggio ancora Android).

Ad un solo giorno dal lancio, Mojave ha una fama abbastanza positiva (al netto di un bug di sicurezza...), ma si potrebbe dire che non era un risultato difficile dopo High Sierra. La precedente versione di macOS (così quella di iOS) non sono state esattamente "riuscite", motivo per cui Apple ha focalizzato le nuove non tanto sulle novità quanto sul perfezionamento e l'ottimizzazione delle performance. Il risultato sembra sia stato conseguito, ma ci sono almeno due alert da evidenziare per i Mac Pro 2010/2012 e gli iMac 27" 2017.

GPU su Mac Pro 2010 / 2012

Il primo riguarda le compatibilità delle schede grafiche, che su quei due modelli di Mac Pro (ovvero quelli a torre precedenti al cilindro del 2010 e del 2012) è garantita solo per queste GPU:

  • MSI Gaming Radeon RX 560 128-bit 4GB GDRR5
  • SAPPHIRE Radeon PULSE RX 580 8GB GDDR5
  • SAPPHIRE Radeon HD 7950 Mac Edition
  • NVIDIA Quadro K5000 for Mac
  • NVIDIA GeForce GTX 680 Mac Edition

In aggiunta al breve elenco qui sopra, sono state anche menzionate le GPU non native (sostanzialmente i chip realizzati poi da produttori esterni) che possono comunque funzionare, sottolineando che non vi è alcuna garanzia per l'utente:

  • AMD Radeon RX 560
  • AMD Radeon RX 570
  • AMD Radeon RX 580
  • AMD Radeon Pro WX 7100
  • AMD Radeon RX Vega 56
  • AMD Radeon RX Vega 64
  • AMD Radeon Pro WX 9100
  • AMD Radeon Frontier Edition

Boot Camp su iMac 27" 2012

Ci sono poi gli utenti che possiedono un iMac 27" 2012 con disco da 3TB che devono fare molta attenzione se usano Boot Camp. Secondo quanto riportato sul sito Apple, in questi casi si deve rimuovere la partizione di Windows prima di eseguire l'aggiornamento. Non è stato specificato il motivo, ma a quanto pare Boot Camp non funziona su questi particolari Mac e quindi si vedrebbe un avviso che ne blocca l'avvio dopo l'aggiornamento. In sostanza con gli iMac 27" 2012 con disco da 3TB, Boot Camp non funziona e non è stato chiarito neanche se si tratta di un limite temporaneo o definitivo.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.