Gli iPhone costano troppo e Trump ci vuole mettere pure una tassa

No. Non è proprio così. Sono due cose apparentemente distinte, se prese separatamente. Ma non a caso il WSJ (dietro paywall) le associa, riportando la volontà del Presidente Trump di aggiungere un dazio ai prodotti importati dalla Cina, tra cui gli iPhone. La minaccia di questa manovra sembra essere utilizzata da Trump come grimaldello nelle trattative di politica estera, ma sentir parlare di un incremento del 10% o addirittura del 25% su tutti quei prodotti tipicamente di elettronica di consumo, fa inevitabilmente pensare ai re della categoria. Gli stessi iPhone che di questi tempi sembrano iniziare a risentire per la prima volta di un posizionamento di prezzo troppo elevato e che, di conseguenza, diverrebbero ancora più cari.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.