Apple soffia a Tesla il designer Andrew Kim: forze fresche per il progetto Titan... Oppure no?

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Luciano Meringolo, Antonio Fedele Martina.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Dopo alcuni mesi di calma piatta, ecco che tornano ad accendersi i riflettori sul progetto Titan. Sarà un'automobile elettrica a guida autonoma made in Apple? O più semplicemente si tratterà di una piattaforma elettronica, sulla scia di quelle che Google, Intel ed NVIDIA stanno sviluppando, da mettere a disposizione solo per selezionate partnership? Il gruppo guidato dal veterano dell'hardware Bob Mansfeld prosegue il suo operato più in sordina, testimoniato anche dalla scarsità di nuovi leak provenienti da Mark Gurman e colleghi, al contrario dello scorso anno dove apparivano copiose le indiscrezioni (Ming-Chi Kuo si è solo limitato ad agosto a stimare tempistiche di lancio per Titan tra il 2023 e il 2025). Alcune mosse non possono però restare nascoste, specialmente le assunzioni.

Come riportato da varie testate, tra cui The Verge, da pochi mesi ha varcato i portoni dell'Apple Park il designer Andrew Kim. Per la precisione, da martedì 11 come lo stesso Kim ha riportato sul suo profilo Instagram (non ha dimenticato ovviamente di aggiornare in accordo la sua pagina LinkedIn). La prima cosa a saltare all'occhio è che si tratta di un designer, rientrando pertanto nel regno di Jony Ive; raramente Apple ha creato tanto rumore per le assunzioni in tale ambito. Forse è dovuto alla seconda cosa: Kim proviene da Tesla, dove lavorava da due anni. Il suo operato si è riflettuto su vari prodotti della casa automobilistica di Elon Musk, influendo sia su prodotti lanciati (ha lavorato sugli interni della Model 3) sia su quelli futuri come il crossover Model Y, la nuova generazione della Roadster e il camion Semi. Vista l'esperienza, viene subito naturale quindi vederlo inquadrato, ancor prima che uno dei collaboratori di Ive, nel contesto del progetto Titan. Non è da dimenticare che parecchi altri ex-Tesla sono già stati assunti da Apple, rientri inclusi: ad agosto è tornato in forza a Cupertino un dipendente di lungo corso, Doug Field, che nel 2013 aveva lasciato il suo ruolo di vicepresidente per l'hardware del Mac per diventare il Chief Vehicle Engineer di Tesla.

Fin qui, tutto sembra collimare con un impiego di Andrew Kim in Apple a fini automobilistici. Non occorre tuttavia essere così precipitosi. C'è un altro progetto che è in auge negli uffici della mela e molto più a breve termine: i visori per la realtà aumentata. Previsti attorno al 2020, con molti potenziali dettagli già snocciolati lo scorso anno dal solito Gurman, sono indubbiamente un altro ambito dove la nuova leva potrebbe dire la sua. Prima di approdare in Tesla, Kim ha passato quasi 4 anni in Microsoft, dove ha collaborato al design di Windows 10, Xbox One S e... HoloLens. Anche in questo caso non sono mancate buone campagne di reclutamento rivolte agli ex-dipendenti di Redmond, col colpo maggiore nel 2015 costituito da Nick Thompson, uno degli ingegneri di spicco durante lo sviluppo di HoloLens (come nel caso soprammenzionato di Doug Field, anche nel caso di Thompson si è trattato di un ritorno). Dove vedremo in azione le doti di Kim solo il futuro ce lo dirà: è anche possibile abbia influenza su entrambi i progetti e, perché no, molto di più.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.