SaggeScrivanie #34: l'ambiente di lavoro di Paolo Grazioli

Il lunedì ci vuole sempre un po' per carburare e le nostre postazioni di lavoro ci appaiono spesso troppo caotiche. Nella rubrica SaggeScrivanie abbiamo pubblicato spesso ambienti minimal, così Paolo ha deciso di contribuire con un cambio di rotta. Vi ricordiamo di inviare le vostre foto con descrizione a saggescrivanie@saggiamente.com

Ciao amici di SaggiaMente, visto che tutte le scrivanie viste finora sono perfette, lucide, ordinate, linde e immacolate, ho pensato di contribuire anch’io per rendere il livello medio un po’ più "normale". Il mio PC principale è un Alienware Aurora R3 del 2011, nel tempo aggiornato come scheda grafica e dischi. Lo uso per giocare e guardare film / telefilm / anime in 768p col proiettore che si vede in alto (un Dell 1510X collegato come secondo monitor).

Lo schermo principale è una vecchia TV LG 32” del 2010 comprata usata anni fa perché ho sempre pensato che le dimensioni sono molto meglio della risoluzione, per quanto riguarda l’immersione nei giochi. Come si vede dalla foto, la stessa TV è usata come secondo monitor quando lavoro da casa, collegandoci il portatile. Nella nicchia a sinistra dell’iPad, nascosto da uno straccio, c’è pure un Dreamcast collegato alla stessa TV (che ha ancora una pratica porta VGA).

Uso Mac dal 1996; prima per lavoro e poi dal 1998 pure a casa (con un 8200, poi cambiato con un G3 blu che ho tuttora, poi un Powerbook G4 che m’hanno rubato). Attualmente sono con un Mac mini del 2011 upgradato nel tempo (8 GB di memoria, SSD da 1 TB). Non sento ancora necessità di cambiarlo, anche se sono usciti quelli nuovi. I monitor che uso per lavorare con le foto sono un Eizo S1931 (circa 2007) e un Samsung 214T con chassis custom fatto da un amico che lo usò in un cabinato.

Lo scanner è un Nikon Coolscan V ED; avevo sempre scattato con una Nikon D50 ma nel 2010 ho fatto l’upgrade a pellicola (e full frame) con la Canon AE-1 Program e Nikon FE.
Sparsi per i tavoli ci sono i miei telefoni (iPhone SE e Nokia 5200 del 2008, perfettamente funzionante, batteria originale), e un iPad Pro prima versione che presi principalmente per leggere meglio i PDF; poi pian piano mi sono accorto che è stracomodo per lavorare sulle foto e spero un giorno di abbandonare il workflow Camera Raw + Photoshop e far tutto coll’iPad (sto provando Affinity Photo). Da qualche parte invisibile c’è il mio vecchio iPad Air (ancora decente con iOS 9). I mouse sono un Dell di base, un Logitech G3 (per giocare) e un Logitech Pilot Wheel Mouse moddato con qualche LED quando ero giovane. Infine la Wacom Graphire del 2007 che ultimamente ho dovuto cambiare perché non han più fatto driver per gli ultimi macOS. L’audio è fornito dalle Creative Inspire T2900 2.1 di un sacco di anni fa che funzionano ancora bene, e un Bose SoundDock II (non in foto) che uso insieme al proiettore (viva l’ingresso jack). Il cable management è dato dai laccetti di fil di ferro argentati / dorati che riciclo dai pacchetti di taralli o biscotti (non è così disastroso come sembra dalla foto).

Cordiali saluti, Paolo
PS: non ho mai commentato ma sono anni che vi seguo.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.