Apple Arcade: tanti videogiochi, un solo abbonamento

Il keynote che per molti potrebbe essere stato il più noioso della storia di Apple ha regalato una piccola novità per gli appassionati di gaming su dispositivi mobili: Apple Arcade. Il servizio promette a tutti i suoi sottoscrittori di accedere a un catalogo di oltre 100 giochi – numero che sarà in continua espansione – realizzati da alcuni sviluppatori in esclusiva per le piattaforme di Cupertino (tra cui Lego, Sega, Gameloft e Revolution Software) ed accessibili tanto online quanto offline. I titoli saranno ovviamente privi di qualsiasi forma di pubblicità e degli onnipresenti acquisti in-app di cui, soprattutto nel mercato dei videogiochi, si fa abbondante uso (come nel caso di EA, per esempio).

A differenza di Google Stadia, che invece si ripromette di sostituire le console casalinghe consentendo l'accesso ad un parco titoli più tradizionale, Apple Arcade promuove i titoli pensati per iOS, con tutti i loro pregi e i loro difetti: se da un lato si possono trovare delle vere perle (vuoi per la narrazione, vuoi per la grafica più onirica o avveniristica, vuoi per le particolari emozioni che un titolo può suscitare), dall'altro gli estimatori degli FPS, open world e MMORPG per le piattaforme casalinghe non troveranno pane per i loro denti.

Anche in questo caso, l'approccio di Cupertino è differente perché mira ad accaparrarsi una determinata fetta di mercato, fatta perlopiù di casual gamer o da chi cerca un'esperienza nuova e, per certi versi, più innovativa. Ad ogni modo, l'accesso al servizio sarà più che immediato: basterà aprire l'App Store e selezionare la scheda Arcade per scorrere la lista dei titoli da giocare.

La pagina in italiano sul sito Apple e la possibilità di iscriversi alla mailing list per essere avvertiti della disponibilità del servizio ci danno rassicurazione che Apple Arcade arriverà su iOS, macOS e tvOS nel Bel Paese in contemporanea alle altre nazioni (USA in primis) questo autunno, senza ritardo alcuno. Il prezzo è ancora da definire, ma è plausibile ipotizzare che possa attestarsi su un canone mensile compreso fra 9,99€ e 14,99€. Apple ha previsto anche il supporto alla condivisione in famiglia, permettendo così di usufruire dell'abbonamento Arcade su tutti i dispositivi della mela nel proprio focolare domestico.

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.