Disponibili i nuovi AirPods con case di ricarica wireless, chip H1 ed Ehi Siri

Continua il trend di "un prodotto al giorno" di questa settimana (che ci sta portando ad un keynote in bilico fra trionfo e tragedia). Oggi Apple ha reso disponibili i nuovi AirPods con case di ricarica wireless, con possibilità di evocare l'assistente vocale con il comando "Ehi Siri" grazie al nuovo chip H1 che, a detta di Cupertino, consentirebbe anche un pairing più veloce e più stabile rispetto al "vecchio" W1.

L'autonomia degli auricolari è praticamente invariata: 24 ore intere utilizzando la custodia di ricarica, 5 ore di ascolto musicale con una sola carica, 3 di conversazione telefonica e con 15 minuti di riposo nella custodia si recuperano 3 ore di autonomia. Come nella precedente incarnazione, ogni auricolare è indipendente dall'altro ed è dotato di microfoni beamforming per escludere i rumori di fondo, sensori ottici, accelerometro di movimento e accelerometro vocale.

I nuovi AirPods sono disponibili sia con la custodia wireless a 229€ che con la custodia normale a 179€. In quest'ultimo caso, però, non fatevi trarre in inganno dal prezzo similare a quello della vecchia versione: gli auricolari hanno sempre il chip H1 e, quindi, godono di tutte le migliorie della versione top di gamma. Volendo è anche possibile acquistare il solo case di ricarica wireless, che è compatibile anche con gli auricolari di prima generazione e costa 89€ (Maurizio aveva "predetto" 79€). Nel momento in cui scrivo, la data di consegna stimata per tutta la linea di prodotti è compresa fra il 27 e il 29 marzo prossimi ma potrebbe variare in base all'arrivo degli ordini. Per chiudere il cerchio dei dispositivi con ricarica ad induzione mancherebbe il famigerato AirPower che, a questo punto, potrebbe vedere la luce proprio entro il prossimo lunedì.

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.