La Thunderbolt 3 diventerà la base del nuovo standard USB4

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Alessandro Sandrin, Stefania Gagliano.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Avevamo appena iniziato a districarci attraverso le varie sigle confusamente riunificate sotto l'egida della USB 3.2, ed ecco che arriva un nuovo elemento a scombinare le carte. Oltre alla USB 3.2 Gen 2x2 è in arrivo pure lo standard USB4. Una nuova versione che nasce, diciamo così, sul trucco: questo perché Intel ha adempiuto alla sua promessa del 2017, liberando completamente la connessione Thunderbolt da royalties e specifiche chiuse, conferendone inoltre la sua variante più recente all'ente USB-IF. Tradotto in parole povere, la Thunderbolt 3 sarà la USB4.

D'accordo, forse è una conclusione troppo affrettata. Ma ha parecchia verità dietro, dato che la Thunderbolt 3 sarà alla base del nuovo standard, che di fatto ne costituirà un'evoluzione. La velocità di picco di trasferimento dati sarà infatti la medesima, 40 Gbps, e tra le altre caratteristiche tecniche trasferite in USB4 vi saranno l'adozione del formato Type-C, la possibilità di sfruttare la medesima porta anche come uscita video DisplayPort e l'erogazione di energia agli accessori esterni fino ad un massimo di 100 W. Ci saranno comunque dei cambiamenti, al momento ignoti in questa fase preliminare; ne sapremo di più nel corso dei prossimi mesi. È però già certo che richiederà nuovi cavi certificati per l'operatività a 40 Gbps e che per effetto delle soprammenzionate variazioni in arrivo le attuali prese USB-C con supporto Thunderbolt 3 integrato, sfoggiate nelle ultime generazioni di Mac, non avranno un upgrade gratuito allo standard più recente.

Parlando di retrocompatibilità, la USB4 supporterà sia le periferiche Thunderbolt 3 sia quelle basate sui precedenti standard USB, incluso il 3.2 Gen 2x2 che praticamente nascerà già obsoleto. Ad ogni modo, avrà il triplice beneficio di spingere maggiormente l'adozione del formato USB-C, l'unificazione dei controller USB e Thunderbolt sinora separati (anche se, per la verità, Intel aveva già in programma di realizzarli a prescindere) e soprattutto di aprire i benefici della più prestante connessione anche ai sistemi AMD.

Detto tutto questo, non vedremo subito all'opera le nuove porte. La finalizzazione delle specifiche è prevista entro la metà di quest'anno, ma da qui a passare alla commercializzazione dei primi dispositivi dotati di USB4 è un percorso lungo, con una stima di 18 mesi minimi d'attesa. Nelle intenzioni di Intel, inoltre, alcune estensioni minori proprietarie di Thunderbolt 3 con apposita certificazione separata resteranno tali, pertanto i due protocolli formalmente continueranno a coesistere in parallelo. Resta tutto da capire quanti desidereranno continuare ad usufruire di queste estensioni una volta che USB4 entrerà in circolazione.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.