WWDC 2019: watchOS 6 con App Store e più indipendente da iPhone

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Cristiano Testa, Federico Bruno, Luca Zeggio, Fabio Di Rezze, Antonello Cattide, Carlo Fedeli, Stefano Collenghi.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

watchOS 6 è stato il secondo sistema operativo presentato nel keynote di apertura della WWDC 2019 e la prima novità citata è estetica, con tantissimi nuovi quadranti. Kevin Lynch, sul palco, ha detto che non ne erano arrivati tanti nuovi fin dal primo Apple Watch ed hanno mostrato il nuovo modular compact, la gradient face e la possibilità di usare un colore unico per la infograph introdotta con watchOS 5 sui nuovi Apple Watch.

I primi applausi si sono registrati quando è stato annunciato l'arrivo di tre app che davvero mancavano, ovvero Audiobook, Voice Memo e la Calcolatrice. Quest'ultima è anche capace di offrire alcuni trick utili come la suddivisione dei conti con gli amici.

La cosa più importante, però, è che ora le app sono indipendenti dal Watch e per la musica sono state introdotte le nuove Streaming Audio API, che offriranno agli sviluppatori la possibilità di realizzare app capaci di gestire finalmente la musica in streaming.

L'indipendenza si vede anche per la presenza di un App Store dedicato a watchOS, con schermate iniziali che evidenziano le app più importanti facili da trovare, ricerche vocali e con testi. Queste saranno poi installate direttamente sul Watch e addirittura anche gli aggiornamenti saranno gestiti autonomamente.

Apple completa anche la dotazione di strumenti destinati a preservare la salute degli utilizzatori con l'introduzione di Hearing Health, che monitorerà il rumore ambientale segnalandone l'eventuale eccesso. Il tutto sarà gestito con grande attenzione per la privacy poiché Apple non registrerà nulla sui propri server ma si limiterà ad analizzare dei piccoli sample catturati di volta in volta. Questo sistema sarà poi integrato anche nei quadranti grazie ad una complicazione dedicata.

Al centro di tutto ci sarà la nuova app Salute, che presenterà una homepage dinamica che utilizza il machine learning per identificare in autonomia le informazioni degne di nota. Per le donne il cycle tracking sarà potenziato e capace di identificare i momenti di maggiore fertilità, il tutto sia sul Watch che direttamente su iOS.

Il redesign sarà profondo e toccherà anche ad Attività, dove troverà spazio il nuovo Activity Trends. Un'area in cui il sistema terrà traccia di 9 metriche principali legate alla propria attività e in base a questa creerà grafici e offrirà la possibilità di capire come migliorarsi. Infine sono stati presentati nuovi colori per i cinturini.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.