Amazon conserva i comandi vocali che impartiamo ad Alexa: ecco dove sono e come cancellarli (anche con la voce)

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Marzio De Cristofaro, Matteo Quadri, Walter Di Matteo, Maurizio Guerra, Mauro Vanzelli, Ivan Dama, Paolo Cinalli.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Durante la lettura notturna dei feed RSS, mi è capitato sott'occhio un post di BGR titolato "Amazon keeps all of your Alexa voice recordings until you manually delete them". Onestamente non avevo dubbi sul fatto che Amazon archiviasse le registrazioni delle interrogazioni ad Alexa, anche perché immagino vengano utilizzate per migliorare la qualità del riconoscimento, però non avevo mai indagato le relative opzioni per l'utente. Dato che in casa ne utilizziamo diversi ho voluto dare un'occhiata e navigando nelle pagine del sito sono approdato su quella relativa alla Privacy di Alexa. Non è stato proprio facilissimo arrivarci, ma non si può certo dire che nella sezione di aiuto non manchino informazioni. Anzi, alle volte si ha l'impressione che le cose rilevanti per l'utente siano nascoste in mezzo a tantissimo contenuto superfluo. Comunque il punto da cui ho raggiunto questa sezione si trova nella assistenza alle funzionalità di Alexa, sotto la domanda "Posso rivedere, gestire e cancellare le mie registrazioni vocali?".

Una volta arrivati nella sezione della Privacy la schermata che si ottiene è davvero chiara ed offre all'utente (loggato) diverse opzioni. Fa un po' impressione accedere alla cronologia della voce e vedere tutte le cose che si sono chieste nell'ultimo periodo, ma da qui si possono anche cancellare. Singolarmente o complessivamente dopo aver fatto una ricerca per intervallo di date. Di seguito vi mostro la maschera con evidenziati gli elementi più rilevanti, tra cui quello che non conoscevo che consente di cancellare le registrazioni anche vocalmente. Che si potrà eseguire in qualsiasi momento in futuro senza accedere al sito.

Spulciando le altre sezioni di quest'area dal menu laterale, si nota la possibilità di eliminare la cronologia degli stati relativi alla domotica e soprattutto la gestione delle autorizzazioni di accesso ai nostri dati per migliorare le funzionalità di Alexa. Insomma, un'area da memorizzare e tenere bene a mente per poter esercitare i nostri diritti e tutelare un minimo la privacy, ma anche per ripulire la cronologia da eventuali messaggi fuori luogo (non vorrete mica far vedere alla vostra fidanzata la chiamata "Alexa, compra un anello di diamanti" prima di farle la vostra dichiarazione!).

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.