Su macOS Catalina ritorna la Expansion Slot Utility per il nuovo Mac Pro

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Riccardo Innocenti, Antonio D'Agostino.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

macOS Catalina è arrivato alla seconda Beta e in questa è stata scoperta una interessante novità. Si tratta dell'app Expansion Slot Utility, che offre una panoramica di tutti gli slot disponibili all'interno del computer con la possibilità di assegnare una specifica banda ad ognuno di essi. Un software molto simile era presente nei primissimi Mac Pro su base Intel, ma successivamente al 2008 venne ritirato, in quanto da quel momento in poi ogni slot PCI ebbe una banda specifica non modificabile. Con il nuovo Mac Pro ritornerà evidentemente la possibilità di modifica e, per questo motivo, Apple ha rispolverato l'Utility di Espansione. Ovviamente non è la stessa di 10 anni fa, tuttavia i principi base del funzionamento sono quelli.

Gli screenshot qui sopra sono ad opera di Guiherme Rambo, il quale ha identificato il software nell'ultima Beta di macOS. Da qui gli acquirenti del nuovo Mac Pro potranno ottenere informazioni sulla migliore disposizione delle schede PCIe, in modo da sfruttare la banda massima del dispositivo connesso e al tempo stesso non sprecarne (ad esempio installando una scheda PCIe 4x su slot che possono andare a x8 o x16). È anche disponibile un check per assegnare automaticamente la larghezza di banda adeguata per ogni espansione connessa e si può visualizzare lo stato d'uso dei due moduli speciali MPX.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.