Switch Lite, Nintendo toglie i veli alla nuova variante più compatta della sua fortunata console

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Danilo Ronchi, Silvia Santomauro, Vito Astone, Alessandro Nichelini, Alberto Fabio Callea, Daniele Dimiccoli, Andrea Giovannini.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

In mezzo ai grossi titoli sfoderati da Microsoft e Sony nella battaglia delle console, non ci si può dimenticare della terza forza del settore: Nintendo. La casa giapponese ha sempre proseguito per la sua strada, puntando in modo principale alla famiglia e al divertimento puro, piuttosto che alla grafica all'ultimo grido e all'hardware pompato. Dispositivi ben congegnati con giochi altrettanto riusciti, creando tantissimi bestseller nonché creato icone intramontabili come Mario e Zelda. Nel 2017 la Switch ha rappresentato una nuova chiave di svolta per Nintendo, facendo finalmente incontrare in un singolo prodotto le console da salotto e quelle portatili. Le vendite sono state stellari sin da subito e lo rimangono tuttora. Forte del prolungato riscontro, l'azienda rilancia con una nuova variante: Switch Lite.

Il suo obiettivo è quello di offrire un'opzione ancor più portatile nelle dimensioni ad un prezzo di accesso inferiore. L'hardware interno rimane lo stesso della sorella maggiore, ma lo schermo scende a quota 5,5", mantenendo comunque la risoluzione 720p, e la batteria integrata è stata ridimensionata anch'essa in accordo sui 3570 mAh. Considerata la vocazione, non è prevista la modalità TV né l'uscita HDMI. Parimenti, i Joy-Con staccabili nella Switch classica qui sono integrati; gli affezionati delle console portatili Nintendo non potranno però non notare la presenza sulla sinistra del classico pad direzionale a croce, mantenendo dunque un elemento di family feeling con le serie Game Boy e 3DS. Tutti i giochi sviluppati per Switch che prevedono la modalità portatile saranno usufruibili pure sulla nuova Lite senza alcuna limitazione; i titoli ottimizzati invece per la modalità da tavolo richiederanno il collegamento in wireless dei Joy-Con separati. Le colorazioni in cui sarà disponibile, a partire dal 20 settembre, saranno giallo, grigio e turchese. Il prezzo in € non è ancora noto, ma verosimilmente non si discosterà dai $199,99 già comunicati per gli Stati Uniti.

In realtà, se si va a guardare, forse l'unico punto controverso della Switch Lite potrebbe risiedere proprio nel suo street price. Aspettando le offerte giuste al momento giusto, si può riuscire ad accaparrarsi la Switch classica ad un prezzo non di troppo superiore, magari con la gradita presenza di un gioco in bundle. È comunque lecito attendersi nei negozi online qualche riduzione, seppur di entità molto contenute, pure per la Lite dopo la sua commercializzazione. Al di là del discorso prezzi, è lecito attendersi un buon riscontro per la nuova variante, specialmente tenendo conto dei giochi a cui più si presta una console portatile Nintendo, come quelli dei Pokémon. Proprio i celebri mostriciattoli sono attesi ad un rinnovamento a breve grazie ai nuovi titoli Pokémon Spada e Scudo, che arriveranno il 15 novembre. Per celebrarne l'arrivo, una settimana prima verrà immessa nelle vendite un'edizione speciale della Switch Lite, Zacian & Zamasenta, personalizzata con illustrazioni sul retro di questi due Pokémon leggendari e pulsanti in doppia tonalità ciano/magenta, le medesime dei giochi cui faranno da traino, che dovranno però essere acquistati separatamente.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.