Ricarica totalmente wireless per iPhone ed Apple Watch

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Donatello Mancuso, Ivan Vannicelli, Cosimo Talò, Roberto Vigna, Alessandro Rodolico, Antonio D'Agostino, Michele Castelli.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Io adoro la ricarica Qi. Per qualcuno è pericolosa, danneggia le batterie, è scomoda, inutile, ecc.. per me è di grandissima comodità. Ne sono così assuefatto che ho speso decisamente più del necessario per mettere basette di ricarica praticamente ovunque in casa e in studio, ma sono molto soddisfatto del risultato. Ho provato tuttavia a fare uno step in più cercando dei prodotti che mi consentissero di usare la ricarica wireless anche in mobilità in completa assenza di cavi.

Il primo l'ho trovato l'anno scorso e si chiama QiStone+, una batteria da 4000mAh che carica e si ricarica con lo standard Qi. In pratica si può mettere lei su un basetta e sopra anche lo smartphone, ottenendo la carica di entrambi in prodotti. Lontani dalla corrente, invece, si potrà adoperare come un normale Powerbank via USB-A (ma solo 1A) oppure poggiarla dove capita sfruttando la ricarica wireless.

Con 4000mAh non si fa molto, l'iPhone XS Max si carica una volta e mezzo circa, ma con un po' di parsimonia tra giorni si fanno, il tutto completamente lontano dall'elettricità. Non ci sono tasti di accensione perché la basetta si attiva da sola quando rileva uno smartphone e poi si spegne dopo 30 secondi di inattività. Molto valida anche la tenuta della carica, che rimane superiore all'80% anche dopo alcune settimane di inutilizzo.

In dotazione c'è una simpatica pochette azzurra per il trasporto e il design del prodotto è molto bello, così come la finitura della superficie: ricorda davvero una pietra come il nome suggerisce. Comunque questo modello è stato superato e con la stessa spesa di 44€ oggi si compra il QiStone2 che dispone di 8000mAh ed ha anche la porta USB-C con QC3 e PD, anche se ovviamente è un po' più grosso.

Per completare l'esperienza d'suo in assenza di cavi ho preso il Belkin Boost Charge per Apple Watch: un'altra batteria portatile, questa volta da 2000mAh, che ha la particolarità di includere il dischetto magnetico nativo Apple per tutti i modelli di smartwatch che ha finora realizzato (e credo sarà valido anche in futuro se non cambieranno lo standard).

Con questo si ha la possibilità di ottenere circa 60h aggiuntive di autonomia e c'è un pulsante laterale con dei LED che ci indicano lo stato di carica. Purtroppo anche qui si usa la microUSB per il collegamento e il prezzo di 59€ non è certo economico. Dotandosi però di entrambi i prodotti, si ottiene la possibilità di stare circa 3gg lontano da qualsiasi presa ricaricando sia lo smartphone che lo smartwatch senza fili.

Non sono dispositivi che uso tutti i giorni, quindi la spesa potrebbe essere sovradimensionata rispetto l'utilità, ma sono contento di averli presi perché mi danno una possibilità in più che mi è capitato di sfruttare già in diverse occasioni ottenendone tanta comodità. Eccoli di seguito nel nuovo video del nostro canale YouTube.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram