Sigma annuncia un nuovo 24-70mm f/2,8 per mirrorless Sony e Panasonic

Le fotocamere senza specchio non sono più una novità, ma ci vorrà del tempo affinché il parco di obiettivi arrivi ad eguagliare quello delle due linee reflex più diffuse di Canon e Nikon. Sony è partita prima delle altre con la sua linea di mirrorless full-frame, e dopo alcuni anni di sofferenza ha raggiunto ottimi risultati, con un'offerta variegata e supportata anche da produttori di terze parti come Zeiss, Sigma, Tamron, Samyang ed altri. Ora che il segmento è diventato più competitivo e ricco di alternative, ci sono opzioni diverse ma pochi sistemi comparabili a quello di Sony. Nikon, Canon e soprattutto Panasonic, dovranno lavorare parecchio per ampliare la propria offerta e invogliare anche le terze parti a realizzare obiettivi compatibili.

Panasonic è stata l'ultima in ordine di tempo, dunque è probabilmente quella più in affanno, ma oggi ha annunciato due nuove lenti importanti. C'è tuttavia un ulteriore annuncio di rilievo che interessa sia le Lumix S con L-mount che le Sony E, ovvero il Sigma 24-70mm f/2,8 DG DN Art.

Si tratta di un obiettivo tutto nuovo appartenente alla prestigiosa famiglia Art dell'azienda e realizzato appositamente per le nuove mirrorless. Non c'è la stabilizzazione, che di per sé non è sempre presente sugli zoom standard f/2,8 ma che diventa anche meno necessaria sui sistemi Sony e Panasonic che usano quella sul sensore. Tra le caratteristiche principali ovviamente l'ottima costruzione ma anche la qualità ottica, con 19 elementi e numerose lenti speciali per ridurre aberrazioni e migliorare la definizione. L'autofocus si basa su un motore stepping che dovrebbe essere perfetto anche per la fluidità in campo video e garantisce la messa a fuoco fino alla minima distanza di 18 cm. L'obiettivo è tropicalizzato e pesa 835 grammi. Il prezzo non è ancora ufficiale ma sarà sicuramente superiore a quello del Tamron 28-75mm f/2,8 che ho provato su Sony E.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.