Capture One 20 è disponibile: tante le novità visibili e sotto il cofano

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Marco Magherini, Ivan Dama, Luca Bozzini, Paolo Cinalli.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Capture One è sempre stato un software di gestione e modifica dei file RAW professionale, con strumenti dall'elevato potenziale ed un motore di rendering avanzato ma da qualche versione ha iniziato ad espandere il proprio bacino d'utenza rosicchiando quote di mercato sopratutto nei delusi da Adobe Lightroom "Classic" (parlo di Nonno Lightroom, non di Instagram Lightroom). Ieri è arrivata la nuova versione che interrompe la numerazione sequenziale abbracciando quella annuale, ecco perché dalla 12 si passa direttamente alla 20.

Capture One 20 deriva da un attento ascolto dei feedback della community e mira a facilitare il lavoro del fotografo con strumenti più semplici da utilizzare e maggiore velocità. Facendo una rapida analisi delle novità abbiamo il Basic Color Editor che ci consente di selezionare un colore direttamente con il contagocce sulla foto e modificare tramite gli slider HSL i parametri relativi a quel colore. Lo Strumento HDR consente di recuperare le luci e aumentare le ombre, scurire i neri o illuminare i bianchi, tutto con un solo strumento. Migliorato l'algoritmo di Riduzione del rumore, che consente di preservare meglio i colori ed i dettagli negli scatti con ISO elevati, ed anche lo strumento di ritaglio, ora più flessibile e meglio visualizzato. Tra le altre novità di rilievo il supporto per i file DNG (il formato negativo digitale di Adobe).

Capture One 20 è anche migliorato nell'interfaccia con piccoli aggiustamenti di stile, icone più chiare, testi posti affianco alle icone in modo da trovare subito lo strumento che ci serve, scorciatoie da tastiera perfezionate e con nuove funzionalità veloci, migliorie varie nella gestione dei livelli delle foto e tanto altro. La nuova versione è gratuita per quanti hanno un abbonamento mentre la licenza perpetua costa 349€.

Massimiliano Latella

Guest Editor - Fotografo matrimonialista, suono il Basso e la tecnologia è il mio leitmotiv.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.