Quattro iPhone 12 nel 2020, tutti con OLED e 5G. E niente più cavi dal 2021

Ah, i rumor! Ci stuzzicano, ci irritano e qualche volta sono così precisi da rendere noiose le successive presentazioni dei prodotti. Eppure se ne parla, perché la curiosità c'è sempre, soprattutto quando c'è di mezzo Apple. E mentre in molti si stanno ancora chiedendo se sia il caso di acquistare un iPhone 11, il solito Ming-Chi Kuo già ci parla dei prossimi modelli del 2020 con addirittura delle anticipazioni per quelli del 2021.

Stop agli LCD

Nella recensione dell'iPhone 11 l'ho detto: non è tanto la risoluzione del display ad infastidire quanto la tecnologia utilizzata. E secondo l'analista è giunto il momento di dirgli addio, con una lineup 2020 interamente OLED. A quel punto, però, il posizionamento mediano dell'11 – ereditato dall'iPhone XR del 2018 – non avrebbe più senso. Dunque potrebbe arrivare un rinnovo completo della gamma, con una normalizzazione interessante e l'aggiunta di un quarto modello. Le previsioni di Kuo per gli iPhone 12 sono le seguenti, in ordine di prezzo:

  1. schermo 5,4" con doppia camera
  2. schermo 6,1" con doppia camera
  3. schermo 6,1" con tripla camera e sensore 3D TOF
  4. schermo 6,7" con tripla camera e sensore 3D TOF

Sintetica ma interessante anche l'indicazione sul design, che dovrebbe essere "simile a quello dell'iPhone 4" (da molti ritenuto ancora oggi uno dei migliori). Tutti questi modelli avranno connettività 5G – continua Kuo – mentre a reggere la bandiera dell'entry-level ci penserebbe un nuovo iPhone SE 2, che in pratica riprenderebbe l'iPhone 8 con specifiche aggiornate. Quest'ultima indiscrezione ormai sembra piuttosto assodata, così come il periodo di presentazione nel primo semestre del 2020.

Non ci sono indizi che ad oggi possano far pensare all'abbandono del notch, ma l'evoluzione qui prevista appare abbastanza credibile. Apple non è più l'azienda radicale di una volta e la sua lineup lo rispecchia, andando sia ad aumentare per quantità di prodotti che a seguire con attenzione le richieste del mercato. E chissà che un rimpasto del genere non sia anche l'opportunità per iniziare a dare di più a parità di prezzo, come successo di recente con il MacBook Pro 16".

Se parlare oggi dei modelli del 2020 vi sembra esageratamente fuori tempo, immaginate quanto lo possa essere per l'anno successivo. Ci sono però un paio di cosette interessanti che possono darci un'idea di quello che potremmo aspettarci nei prossimi anni. Secondo Kuo dal 2021 gli iPhone potrebbero abbandonare completamente la porta di ricarica invece che avvicinarsi alla USB-C. Un taglio drastico che non capirei molto e che sembra anche divergere dall'attuale tendenza dell'azienda, ricordando invece l'era in cui i capricci di Ive dettavano legge.

Sicuri che si possa dire addio anche alla porta di ricarica?

Va bene l'esperienza completamente wireless ma ancora c'è gente che giustamente si lamenta per l'assenza dell'uscita audio mini-jack, figurarsi il pandemonio di fronte ad uno smartphone senza una porta di ricarica! Sono il primo ad amare quella wireless, ma il cavo è un'àncora di salvezza che funziona sempre, powerbank inclusi, senza costringerti a dover trovare una basetta Qi in ogni dove. Non ci fasciamo la testa prima che sia rotta, ma personalmente spero che questa idea venga rapidamente accantonata.

iphone8-plus-back-delight

Interessante invece il possibile arrivo di un iPhone SE 2 Plus nel primo 2021. In sostanza un iPhone 8 Plus con hardware aggiornato che risponderebbe alla fascia economica e tradizionalista che predilige schermi ampi e servirebbe a far cassa con poco sforzo soprattutto nei paesi emergenti. Voi che ne pensate?

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram