Telecamere di sorveglianza EZVIZ ed integrazione in Home Assistant

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Giacomo Tacconi, Vincenzo Lapenta, Alberto Zamboni, Simone Pignatti, Nardi Luigi Filippo, Fabrizio Calabrese, Luigi Carlo Vasi.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Possiedo prodotti EZVIZ da qualche anno, da quando la mia passione per il fai da te mi ha spinto ad approfondire l'argomento antifurti. Volevo un antifurto di facile utilizzo, con un'app bella e semplice da utilizzare, che mi avvisasse sullo smartphone specificando che cosa avesse fatto scattare l'antifurto. Ho acquistato così il kit EZVIZ A1, che ha una bellissima app, è di semplice utilizzo e consente un'installazione completa in pochi minuti.

Successivamente ho voluto ampliare il mio antifurto con una telecamera, per tenere sotto controllo l'abitazione quando ero fuori casa, ed è così che ho scoperto le ottime telecamere dello stesso marchio. EZVIZ è il brand consumer di Hikvision, uno dei maggiori produttori di telecamere di sorveglianza al mondo. Rispetto ai prodotti Hikvision le videocamere EZVIZ hanno alcune limitazioni, nel senso che non è presente una interfaccia web e non si possono attivare funzionalità evolute come il salvataggio via FTP, tuttavia le telecamere sono più curate nel design e semplici nell'installazione e nell'uso tramite la bella app, senza perdere nulla in effettiva qualità.

Il modello che ho io è la EZVIZ C1C 1080p tonda, davvero carina e compatta, presentata in una confezione curata. È destinata all'uso in interno e non è molto indicata per le installazioni a parete, perché anche se possiede dei pratici magneti non ha una grande libertà di movimento (in pratica si può solo orientare in alto o in basso). Dentro la scatola ci sono:

  • Telecamera
  • Cavo microUSB e alimentatore
  • Supporto metallico per posizionare la telecamera dove si vuole (la base integra una calamita)
  • Supporto per microSD (le telecamere possono registrare in locale o nel cloud)

Prima configurazione

Prima di poter utilizzare la telecamera è necessario installare l'app EZVIZ (presente sia su App Store che su Google Play), inquadrare il QRCODE che si trova sotto alla telecamera ed il gioco è fatto. Si può quindi configurare in dettaglio la telecamera: assegnarle un nome, specificare la qualità e la modalità di registrazione, configurare avvisi in caso di rilevazione movimento e altro. Vi ricordo però che non ha un accesso via browser, dunque tutte le impostazioni disponibili sono quelle che vedere nell'app.

Integrazione in Home Assistant

L'installazione in Home Assistant delle telecamere EZVIZ è molto semplice ma si può realizzare almeno in due modalità differenti. La prima prevedere di utilizzare la piattaforma ffmpeg e il codice da inserire in questo caso dentro il file configuration.yaml sarà il seguente:

camera:
  platform: ffmpeg
  name: NomeTelecamera
  input: rtsp://admin:[email protected]:554/Streaming/Channels/101

I dati che dovete personalizzare sono i seguenti:

  • NomeTelecamera è il nome che apparirà quando si visiona il video da Home Assistant
  • SECRET corrisponde al codice di sei lettere maiuscole presente sull'etichetta sotto alla videocamera
  • IP corrisponde all'indirizzo IP assegnato alla telecamera (è sempre consigliabile assegnarne uno statico riservandolo sul proprio router)

Il vantaggio di questo sistema è che risulta piuttosto reattivo nella visualizzazione e ci darà la possibilità di visualizzare la telecamera anche dagli stati (Strumenti per Sviluppatori / Stati) dove non è supportato il flusso H.264. Lo svantaggio è che nell'anteprima vedremo in realtà una sequenza di immagini "a scatti" che cambia ogni 3/4 secondi circa, mentre per accedere al flusso video si dovrà cliccare sull'anteprima mandandolo a pieno schermo.

Un'alternativa possibile è quella di utilizzare la piattaforma generic. Il codice da inserire dentro configuration.yaml in questo caso sarà il seguente:

- platform: generic
  name: NomeTelecamera
  stream_source: rtsp://admin:[email protected]:554/Streaming/Channels/101
  still_image_url: http://admin:[email protected]/ISAPI/Streaming/channels/101/picture

NomeTelecamera, SECRET e IP vanno modificati come nel caso precedente. Qui la differenza sarà quella di avere uno streaming live in video su lovelace invece di singoli fotogrammi, anche se ci vorrà qualche secondo affinché appaia (cosa che vi spiegherò come risolvere nel prossimo paragrafo) ma mostrerà sempre un delay di 4/5 secondi.

Visualizzazione su Lovelace

Configurata la telecamera è possibile creare in Home Assistant una nuova vista di tipo entità immagine (picture-entity), specificando il nome della telecamera (che sarà camera.name ma per sicurezza potete trovarlo nella scheda Strumenti per Sviluppatori / Stati), e gli altri campi possono essere lasciati con il valore proposto. Una volta premuto il tasto Salva comparirà una nuova scheda che mostrerà l'anteprima del video che la telecamera sta registrando.

Il codice generato dai passaggi indicati (che si può anche inserire del tutto manualmente sul file di configurazione lovelace, sarà il seguente:

cards:
  - type: picture-entity  
    name: Nome Telecamera
    entity: camera.name
    aspect_ratio: 50%

Se si possiedono anche dei sensori nell'ambiente inquadrato, può essere interessante l'uso della card picture-glance. Questa volta vediamo come crearla direttamente da codice, tanto è molto semplice. Aprite la vista Lovelace e inserite questo codice YAML:

cards:
  - type: picture-glance
    title: Camera Name
    camera_image: camera.name
    camera_view: live
    aspect_ratio: 16x9
    entities:
      - entity: switch.luce
        name: Luce

Le cose rilevanti da modificare sono le seguenti:

  • title: scegliete quello che preferite
  • camera_image: mettete l'entità camera
  • enities: qui dovete inserire almeno un sensore, uno switch, una luce, ecc...

Attenzione perché nella card picture-glance è obbligatorio inserire almeno una entities al di sotto, che verrà mostrata in una riga in basso in sovraimpressione sul video. Di norma qui si mettono ad esempio i sensori presenza o porta/finestra, così le icone ci mostreranno immediatamente il loro stato.

Con entrambi i metodi cliccando sull'immagine si avrà accesso al video di qualità/dimensione superiore e selezionando l'opzione preload stream all'interno del player, sarà possibile ridurre la latenza del video ed aumentare la fluidità dello stesso. Questa opzione verrà poi memorizzata in Home Assistant, quindi non dovrete attivarla nuovamente. Attenzione solo al fatto che incrementa l'utilizzo della CPU, proprio perché mantiene lo stream sempre attivo.

Le C1C sono davvero piccole e comode per le installazioni discrete, anche semplicemente poggiate su un mobile. Inoltre possiedono un invidiabile angolo di campo di circa 130°, che quindi copre anche stanze ampie quasi da parte a parte. Per l'uso in interno o esterno ma a parete, consigliamo il modello EZVIZ C3WN 1080p, che si configura nello stesso modo ed ha una qualità simile ma antenne più performanti ed uno snodo davvero ottimo. Inoltre possiede allarme sonoro e luce stroboscopica. Da notare che il modello ezTube 1080p sembra in tutta sincerità identico al precedente ma a volte costa di meno. Comunque per le offerte migliori seguite sempre il canale Telegram @SaggeOfferte_Tech dove sono segnalate puntualmente le migliori offerte su queste ed altre telecamere di sorveglianza.

Autore
Cristian (@smorgagno)

Revisione
Maurizio Natali (@simplemal)

SmartHome Channel

Special Team - I SaggiUtenti del canale #SmartHome sul nostro Slack uniti per creare guide e recensioni dedicate all'automazione. Partecipa anche tu entrando nel gruppo effettuando una donazione dal SaggioSupporto o discutendo con noi nel Canale Telegram SmartHome Italia