OnePlus 8 e 8 Pro, sempre più testa a testa coi big del settore

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Maurizio Bergo, Simone Pignatti, Vincenzo Lapenta, Giacomo Tacconi, Nardi Luigi Filippo, Alberto Zamboni, Roberto Vazzoler.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Già qualche giorno fa iniziai un articolo osservando come il tempo sia davvero volato. Nel 2014 non avvenne solo la celebre acquisizione di Beats da parte di Apple, ma iniziò l'avventura di OnePlus. Mai fermarsi, "Never Settle", il motto con cui la creatura di Pete Lau e Carl Pei (pur non partendo proprio da zero, la capogruppo ha altri nomi famosi come Oppo e Vivo) si è presentata nel mercato smartphone, con l'obiettivo di fornire alte prestazioni a prezzi competitivi. Così è stato, in poco tempo i consumatori hanno dato il loro appoggio e nel giro di qualche anno questa Cenerentola tech si è trovata in grado di competere senza paura con le grandi del settore, espandendosi recentemente pure in ulteriori ambiti. Oggi si torna a parlare di top di gamma con OnePlus 8 e 8 Pro, che alzano ulteriormente l'asticella.

Spessore ridotto ed alta qualità costruttiva, con una finitura posteriore volta a ridurre lo sporco da ditate, si avvertono sin dal modello base, OnePlus 8. Niente notch né fotocamera frontale a scomparsa, si passa al più pratico foro nel display che molti altri pesi massimi del mondo Android hanno già adottato. A proposito dello schermo, ritroviamo in sostanza la già buona unità utilizzata sul predecessore 7T, ovvero un AMOLED da 6,55" con risoluzione 1080x2400, refresh da 90 Hz e HDR10+. OnePlus ha effettuato una calibrazione accurata sia per ottimizzare la resa cromatica sia per la sola lettura. Sotto al display trova posto anche il sensore d'impronte digitali, mentre dietro le quinte a dirigere l'orchestra è presente il SoC Qualcomm Snapdragon 865, con modem X55 5G e memoria flash UFS 3.0. La connettività wireless prevede anche Wi-Fi 6, oltre a Bluetooth ed NFC, mentre USB-C si occupa di quella cablata, peraltro unica modalità prevista per la ricarica della batteria da 4300 mAh. La tecnologia Warp Charge 30T promette comunque di ripristinare metà autonomia in soli 22 minuti di collegamento alla presa di corrente. Il sistema operativo preinstallato è Android 10 con la leggera personalizzazione OxygenOS.

Parlando dell'aspetto fotografico, OnePlus 8 offre tre sensori. Il principale è da 48 Megapixel, con apertura f/1,78, stabilizzazione ottica e autofocus a rilevamento di fase, affiancato da un ultra-grandangolare da 16 MP f/2,2 con campo visivo massimo di 116° e infine da un macro 2 MP f/2,4. Sono previste tutte le modalità che ci si aspetta da un flagship, incluse quelle ritratto, che coprono anche cani e gatti. In notturna viene invece in aiuto la modalità Nightscape. La registrazione video avviene in 4K fino a 60 fps, con slow motion a 240 fps scendendo al Full HD. La fotocamera anteriore è da 16 Megapixel.

Chi vuole ancor di più troverà soddisfazione nello OnePlus 8 Pro. Lo schermo arriva a quota 6,78" e sale pure la risoluzione, 1440x3168, così come la frequenza di aggiornamento, fino a 120 Hz. Ritroviamo lo stesso SoC del fratello minore, ma la RAM diventa di tipo LPDDR5. Cambia il comparto energetico, leggermente nelle capacità visto che la batteria è da 4510 mAh ma sostanzialmente nella funzionalità essendo presente pure la ricarica senza fili Qi. I restanti upgrade sono tutti fotografici. Il sensore principale resta da 48 Megapixel, ma presenta un'apertura di poco inferiore, f/1,75, ed una costruzione interna a 7 lenti. Molto più marcato il salto del grandangolare, che si porta anch'esso a 48 MP, con un campo visivo di 120°, mentre vera esclusiva del Pro è il teleobiettivo da 8 Megapixel f/2,44, in grado di generare uno zoom ottico fino a 3x. La dotazione viene conclusa da un quarto sensore con filtro cromatico, da 5 MP.

Veniamo ora agli aspetti commerciali. La maturità che ormai si può dire sia stata raggiunta da OnePlus si riflette pure sui prezzi, con un posizionamento che si è evidentemente innalzato pur rimanendo più competitivi dei concorrenti diretti. OnePlus 8 sarà disponibile dal 21 aprile ed è preordinabile su Amazon al prezzo di 719€ per la versione da 128 GB (8 GB RAM) e 819€ per quella da 256 GB (12 GB RAM). Per 8 Pro parliamo invece rispettivamente di 919€ e 1.019€, stessi tagli di memoria. Le tonalità (non tutte disponibili su Amazon, almeno per ora) in comune tra i due sono Glacial Green e Onyx Black, mentre altre due sono esclusive del singolo modello: Interstellar Glow per 8 e Ultramarine Blue per 8 Pro.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.