Trapelano screenshot del selettore di sfondi in iOS 14 (e potrebbero arrivare i widget nella schermata home)

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Loris Sambinelli, Mario Marino.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Da circa un mese stiamo parlando a più riprese di iOS 14, con build fuoriuscite che a quanto pare hanno raggiunto più persone del previsto, non solo tra i redattori di 9to5Mac e MacRumors. Leak di informazioni non sono una novità, già gli scorsi anni Gurman e altri ci parlavano con largo anticipo delle principali novità delle successive versioni di iOS, spesso accompagnate da concept che si avvicinavano allo stato reale delle cose. Tuttavia, si trattava quasi sempre di informazioni di seconda mano, ricevute a loro volta da chi le ha pubblicate, e le schermate vere e proprie arrivavano perlopiù a ridosso della WWDC, non di rado per errori di Apple nel tenerle segrete fino all'ultimo. Nel caso di iOS 14, si stanno pressoché sdoganando le modalità di diffusione conosciute e questo vale pure per gli screenshot. Oggi abbiamo la possibilità di vedere con buon anticipo come cambierà il selettore di sfondi in iOS 14 e non si tratta di mockup.

A riportarli su Twitter è DongleBookPro, molto attivo nella scena dei prototipi Apple, che sta estendendo il suo raggio d'azione anche al software per lo sconforto della dirigenza di Cupertino che di certo gradirebbe molto scovarne le fonti (il che mi riporta ai bei tempi delle Beta di Windows Longhorn/Vista, 7 e 8, con Microsoft che cercava di frenare i leak con poco successo). Quanto mostrato corrobora i leak testuali delle scorse settimane, dove in base ai ritrovamenti era stata descritta la categorizzazione per agevolarne la selezione, anche e soprattutto nell'ottica di un'integrazione diretta di pacchetti di sfondi realizzati da terze parti, verosimilmente offerti attraverso l'App Store. Soprattutto il secondo screenshot (in realtà il totale sale a 4 se si considerano pure quelli realizzati da DongleBookPro in modalità scura) offre una testimonianza diretta di ciò. Il fatto che la collezione attuale sia denominata iOS 13 non deve necessariamente far gridare al fake: è prassi normale occuparsi degli sfondi in una fase più avanzata dello sviluppo e lo abbiamo visto pure nelle passate Beta pubbliche, col loro arrivo proprio a ridosso della fine del periodo di test. Nondimeno, fino a giugno dovremo trattare il tutto cum grano salis.

Lo stesso vale per quello che ha aggiunto 9to5Mac commentando proprio il leak soprastante. Scavando nelle build in proprio possesso, la testata ha rinvenuto riferimenti ad un pacchetto di funzionalità col nome in codice di "Avocado". Essa è legata ad un altro dettaglio delle schermate trapelate, "Home screen appearance". Questa opzione permetterà di impostare un effetto sfocatura per l'immagine scelta come sfondo nella schermata home, oppure si potrà preferire un wallpaper scuro o a singolo colore, con o senza sfumature. In questo contesto, "Avocado" si lega offrendo la possibilità di piazzare liberamente i widget nella home, insieme alle icone delle app. Ciò non solo lo avvicinerebbe maggiormente ad una delle peculiarità di Android, in abbinamento alla vista secondaria ad elenco per le app, ma conferirebbe un ulteriore elemento dinamico ad iPadOS per rendere la schermata home più simile alla scrivania dei sistemi operativi tradizionali. Vedremo se tutto ciò troverà conferme a giugno e se nel frattempo spunteranno altri dettagli (ma su quest'ultimo scenario non abbiamo molti dubbi).

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.