Microsoft cambia la rotta per Windows 10X: arriverà prima sui laptop tradizionali e tablet

Il mercato PC non è affatto in salute, complice anche il COVID-19. Un po' come nella maggioranza dei casi riguardanti le persone infette dal virus, però, la malattia che esso causa si associa a patologie pregresse: nello specifico, le vendite di PC soffrono da diversi anni e la pandemia in corso ha solo agito da aggravante. I prossimi dati dovrebbero però riportare qualcosa di più confortante almeno per quel che riguarda una specifica sotto-categoria del settore, ovvero i portatili. In questo periodo dove lo smart working e l'insegnamento a distanza stanno predominando, i laptop assumono un ruolo molto importante nell'operatività quotidiana. Naturale che sia Microsoft soprattutto a coglierne i frutti, con Windows che resta il sistema operativo dominante per quel che concerne i computer tradizionali. In questi mesi ha avviato una grande fase di rinnovamento con Windows 10X, attualmente in fase Beta e pensato almeno all'inizio per i dispositivi di tipo dual-screen. La situazione sopra descritta, però, ha convinto il colosso di Redmond a modificare drasticamente i suoi piani.

Il cambio di rotta è stato annunciato sul blog ufficiale da Panos Panay, che dopo aver guidato con successo la crescita della gamma Surface ha esteso le sue responsabilità anche al software. Oltre a confermare l'arrivo del May 2020 Update per Windows 10, ha spiegato che il debutto di 10X si svolgerà all'esatto opposto di quanto progettato all'origine: saranno i dispositivi a singolo schermo, e non quelli dual, a fare da apripista. La flessibilità della nuova incarnazione di Windows, unita alla crescente predominanza del cloud e alle esigenze sia del periodo corrente sia del prossimo futuro, ha convinto Microsoft a dare la priorità a laptop tradizionali e tablet nel rinnovamento dell'esperienza d'uso.

I prodotti a doppio schermo non vengono abbandonati, resta sempre l'intenzione di sfruttare le peculiarità di 10X per spingerne l'ingresso sul mercato e l'adozione. Tuttavia dovranno attendere una fase successiva, quando a detta di Panay arriverà il momento giusto. Ciò probabilmente significherà pure per MS dover rinviare al prossimo anno il Surface Duo, anche se in tal senso non vi sono conferme. Per ora non sono stati forniti ulteriori dettagli sulla disponibilità di Windows 10X. Di certo occorrerà rifocalizzare i test in corso attraverso l'emulatore, pensato per dispositivi dual-screen; inoltre, è plausibile che il nuovo contesto sposti le Beta sull'hardware reale attraverso immagini ISO, come avviene per 10 "classico" attraverso il programma Insider. Aspettiamoci maggiori dettagli nel corso del tempo.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.