Raspberry lancia il nuovo Raspberry Pi 4 con 8GB di RAM

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Cesare Munari, Roberto Dodi.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Tanto tuonò che alla fine piovve. Non si sa se è successo per le continue richieste della community, o se effettivamente questa sia stata una mossa prevista con largo anticipo, ma ieri Raspberry ha davvero messo in commercio la nuova versione della famosissima board Raspberry Pi 4, questa volta con ben 8GB di memoria RAM.

La nuova scheda fa parte della famiglia Raspberry Pi 4 introdotta circa un anno fa e mantiene tutte le ottime caratteristiche tecniche come la porta di rete Gigabit, le due porte USB 3, la porta USB-C e la doppia uscita microHDMI con supporto alla risoluzione 4K. Le uniche differenze sono appunto il nuovo modulo da 8GB di RAM realizzato da Micron e lo spostamento di alcuni componenti per la gestione dell'alimentazione, cosa che adesso distingue la versione da 8GB dalle altre.

Ora, però, è il momento di chiedere di più. 8GB di RAM sono davvero una gradita aggiunta, sopratutto perché il prezzo di 85€ è ottimo, però Raspberry deve risolvere un altro grosso problema: la memoria di massa. Le microSD sono lente e, soprattutto, non molto sicure e longeve. Molti richiedono una connessione PCIe ma anche l'interfaccia SATA andrebbe bene, magari in formato M.2 2240 per inserirsi nella piccola board.

Un Raspberry Pi con 8GB di RAM ed uno slot per SSD sarebbe davvero un game-changer, espandendo i campi di applicazione non solo al mondo dei maker ma anche in quello dei PC a basso costo. Attualmente il Raspberry Pi 4 con 8GB di RAM è acquistabile in Italia sul sito Melopero, ma sicuramente presto arriverà anche su Amazon e ve lo segnaleremo tramite il nostro canale Telegram delle Saggeofferte

Massimiliano Latella

Guest Editor - Fotografo matrimonialista, suono il Basso e la tecnologia è il mio leitmotiv.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.