La seconda generazione di Google Pixel Buds arriva anche in Italia

Pixel: successo o flop? Sul piano tecnico, con la sua linea Google ha indubbiamente dimostrato la capacità di creare smartphone Android in grado di competere direttamente con iPhone anche sul fronte della cura, progettando quanto più possibile in casa. Sul piano commerciale, però, la sensazione anche nello stesso mondo Android è che ci si attendesse un impatto più poderoso. Il Pixel 4a si lascia ancora desiderare, mentre il 5 che sulla carta dovrebbe essere il prossimo top di gamma potrebbe non esserlo così tanto. A ciò si aggiungono i recenti cambiamenti nel team di sviluppo, con gli addii di Mario Queiroz, di fatto il secondo nelle gerarchie interne dopo Rick Osterloh, e Marc Levoy, la cui firma è stata impressa nel performante comparto fotografico degli smartphone di Big G. Per fortuna non ci sono solo cattive notizie in quel di Mountain View, perché oggi c'è stato un rilascio. Non di telefoni, bensì di auricolari, con la seconda generazione di Pixel Buds finalmente disponibile all'acquisto in più Paesi, inclusa l'Italia.

Anche in questo caso, non è stato un rilascio così semplice, dal momento che già lo scorso ottobre erano stati annunciati per l'arrivo in primavera ed in effetti sono entrate in commercio ad aprile, seppure solo negli USA. Certo, un noto problema negli ultimi mesi ha complicato (e sta ancora complicando) le cose all'intero settore, però quasi un anno per vederli dalle nostre parti è davvero tanto a prescindere, quindi l'auspicio è che la terza generazione presenti tempistiche più comprensibili. In ogni caso, come si suol dire meglio tardi che mai e ogni proposta sul mercato è senz'altro la benvenuta.

Rispetto al modello uscente, il cavo viene completamente abbandonato, rendendoli del tutto senza fili come altri rivali del settore, AirPods in primis. Il comfort è garantito da archetti dedicati di stabilizzazione e un design volto a garantire la massima aderenza tanto all'orecchio quanto soprattutto al condotto uditivo; il grado IPX4 permette di usarle anche durante sessioni intense di attività fisica, resistendo ad acqua e sudore. Ogni auricolare dispone di driver da 12 mm con sistema passivo di riduzione del rumore e la possibilità di adeguare automaticamente il volume in base all'ambiente circostante. Le nuove Pixel Buds sono ottimizzate per il riconoscimento vocale attraverso microfoni integrati a lungo raggio, migliorando ulteriormente l'esperienza d'uso di Google Assistant. La connettività a smartphone e tablet avviene tramite Bluetooth, mentre l'autonomia dichiarata è di 5 ore nella riproduzione musicale (2,5 ore in chiamata), che salgono fino a 24 ore (12 in chiamata) attraverso la riserva accumulata nel case con doppia opzione di ricarica, wireless Qi e cablata USB-C. I nuovi Pixel Buds sono acquistabili nella sola tonalità bianca al prezzo di 199 €.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.