Le nuove SD Lexar sono più lente delle vecchie? Pare di sì...

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Mattia Facchini, Roberto Dodi.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Il doppio slot nelle fotocamere ci dà la possibilità di registrare in eccedenza o in backup continuo. Le schede di memoria non si "danneggiano" così spesso ma basta quella singola volta per farti passare la voglia di rischiare ancora. Per questo motivo tendo a comprare le schede SD in tandem, così da poterle utilizzare insieme nel modo ottimale. Avevo una Lexar 2000x da 64GB acquistata alcuni anni fa e che utilizzavo poco perché non andava tanto d'accorto con le Lumix e perché mi mancava la gemella, quindi ne ho acquistata un'altra appena l'ho trovata in sconto su Amazon. L'etichetta era leggermente diversa ma i dati di cartellino identici, dunque ho pensato ad un restyling solo sulla grafica. Appena è arrivata l'ho messa alla prova ed ho notato che in realtà non è la stessa scheda.

Ho fatto dei test di velocità sia con il lettore interno dell'iMac Pro che due esterni, uno di Sony e l'altro del Dock Thunderbolt Elgato (recensione), e con tutti e tre i dati sono praticamente identici: la nuova scheda è più lenta in scrittura. Se si trattasse di un 10/20% non ci avrei fatto caso, ma qui si scende di ben 100 MB/s. E pensate che questa è una scheda nuova di fabbrica mentre la mia ha già 3 anni di uso alle spalle.

Scheda Scrittura Lettura
Lexar 64GB 2000x 209 MB/s 253 MB/s
Lexar 64GB 2000x (new) 109 MB/s 254 MB/s

Le performance in lettura sono praticamente identiche e la specifica V90 viene comunque garantita, visto che significa non scendere mai sotto i 90MB/s in scrittura continua. Può darsi anche che l'ultimo modello sia superiore nella stabilità evitando i picchi molto superiori, dunque la mia non è una recensione negativa sulla scheda. Ci tenevo solo a fare questa segnalazione perché il vecchio modello era molto diffuso e tanti potrebbero trovarsi nella mia stessa situazione. Dunque chiarisco: la nuova scheda non è uguale alla precedente e credo non lavorino neanche tanto bene in coppia. Infine vi segnalo che ho da qualche mese una Prograde V60 da 128GB che risponde in modo molto simile nei benchmark alla nuova Lexar ma costa di meno ed ha il doppio di capacità. Mica male.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram