La MagSafe è ritornata: ora ricarica wireless gli iPhone, e può fare pure da portafoglio

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Giorgio Gullotti, Giovanni Pepe, Roberto D'Orta, Manuel Riguer, Gianluca Erbinucci, Lodovico Gottardi, Vincenzo Lapenta.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Uno dei grandi ritorni durante la presentazione degli iPhone 12 è stato un nome di cui si erano perse le tracce da qualche tempo. La MagSafe per come l'abbiamo conosciuta è infatti scomparsa insieme al vecchio design dei MacBook Air (anche i nuovi si caricano tramite USB-C). Da oggi acquisisce una nuova vita, non più come connettore di alimentazione ma sempre in parte legata alla ricarica, nello specifico quella wireless. I magneti collocati sotto la scocca dei nuovi iPhone si attraggono con quelli posti nella base o nella cover, agevolandone il posizionamento e ottimizzando il flusso di energia (che può così arrivare sino a 15 W, il doppio dei 7,5 che invece attingerebbe dalle basi non MagSafe).

Se non è tornata la AirPower, poco ci manca, come si può vedere dalla base soprastante che però non è ancora pronta per la commercializzazione e permetterebbe di ricaricare sia iPhone sia Apple Watch. Più a breve si potrà invece acquistare l'Alimentatore MagSafe singolo, al prezzo di 45€. Presenta una forma compatta e circolare, volta proprio a favorire un preciso abbinamento magnetico. Si può però utilizzare anche con tutti gli iPhone precedenti con supporto alla ricarica wireless, così come i case degli AirPods (se per l'appunto sono quelli in grado di caricarsi attraverso tale modalità), dal momento che al di là dei magneti si comporta come una qualsiasi base su standard Qi.

La MagSafe porta con sé anche cover dedicate (compatibili solo con gli iPhone 12, ovviamente), per tutti i gusti e in tutti i colori. Troviamo la Custodia MagSafe in silicone (per 12 mini, 12/12 Pro e 12 Pro Max) e la Custodia MagSafe trasparente (per 12 mini, 12/12 Pro e 12 Pro Max), entrambe proposte al prezzo di 55€. Il magnetismo viene qui utilizzato non solo per favorire la ricarica wireless, ma anche l'inserimento e lo sgancio rapido delle cover. Più un altro accessorio, che vedremo tra poco.

Ebbene sì: Apple si è data pure ai portafogli. Non è grande come uno dedicato, ma il Portafoglio MagSafe, realizzato in pelle, ha spazio sufficiente per contenere carte di credito e documenti di riconoscimento. Utilizza i magneti per attaccarsi saldamente alle cover o all'iPhone 12 "nudo", così da evitare spiacevoli sorprese; la schermatura integrata protegge le carte da potenziali smagnetizzazioni. Sarà disponibile in 4 tonalità al prezzo di 65€.

Questo ovviamente è solo l'inizio, nell'attesa che arrivino ulteriori accessori realizzati direttamente da Apple, così come quelli di terze parti che spesso offrono risparmi non indifferenti mantenendo alti standard di qualità e funzionalità, a volte anche superiori agli originali. Non ci resta che concludere con un doveroso saluto: anche se non sei più quella di prima, bentornata tra noi, MagSafe.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.