Da domani gli Apple Store italiani temporaneamente (quasi) dimezzati: tutti chiusi nelle zone rosse

A seguito del riaggravarsi dell'emergenza pandemica da COVID-19 in Italia, ieri è stato presentato un nuovo DPCM che ha diviso la nazione in tre zone: gialla, arancione e rossa, di gravità crescente. Il decreto avrà decorrenza effettiva da domani e ciò comporta impatti anche sull'operatività degli Apple Store, in un periodo che si prospetta ricco di rilasci, con l'apertura dei preordini di iPhone 12 mini e Pro Max e l'imminente evento dedicato ai Mac con Apple Silicon. All'atto pratico i negozi italiani della mela potrebbero essere dimezzati fino al 3 dicembre, salvo miglioramenti o peggioramenti (come dichiarato dal premier Giuseppe Conte, verrà effettuato un costante monitoraggio per valutare l'evoluzione dei contagi nei vari territori, che può portare ad un upgrade verso una zona di minore rischio o purtroppo all'opposto ad un downgrade).

Dei 16 punti vendita (almeno finché non aprirà lo Store romano di Via del Corso, che riporterà il numero a 17), da domani manterranno le serrande abbassate ben 7: parliamo dei lombardi Piazza Liberty (Milano), Carosello (Carugate), Fiordaliso (Rozzano), Oriocenter (Orio al Serio), Il Leone (Lonato) e dei piemontesi Via Roma (Torino) e Le Gru (Grugliasco). Nelle due regioni coinvolte (le zone rosse includono anche Calabria e Valle d'Aosta, che però non hanno Apple Store) si dovrà ricorrere alla versione online sia per gli acquisti sia per l'assistenza. Qualora si preferisse in ogni caso un negozio fisico per le compere di prodotti Apple, si potrà ricorrere nei giorni feriali alle catene di elettronica, che resteranno operativi.

La situazione è un po' migliore nel resto d'Italia, dove gli Store nelle zone gialle ed arancioni resteranno operativi con le precauzioni già in essere e resteranno chiusi "solo" nei weekend. L'auspicio è che nelle prossime settimane si possano ottenere numeri più confortanti a seguito delle nuove misure, che permettano a dicembre il ritorno allo shopping in sicurezza (ossia sempre coi già tristemente noti accorgimenti), ma nel frattempo dovremo armarci di pazienza come durante il lockdown di primavera.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.