Da oggi Prime Video su Sky Q e dispositivi Now TV; nel 2021 Now TV arriverà sui dispositivi Amazon Fire

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Loris Coiutti, Luca Bianchi.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Il ventaglio di servizi in streaming si sta espandendo sempre più; quelli che una volta erano canali lineari ora stanno man mano diventando app piene zeppe di contenuti, con annessi costi. Tuttavia, non c'è solo un discorso economico ma pure uno tecnico: non tutti i servizi sono disponibili su qualsiasi dispositivo, lasciando a bocca asciutta un potenziale bacino d'utenza. Per questo, quando arrivano buone notizie in tal senso fa molto piacere, dato che perlomeno comporta il poter riutilizzare device già in proprio possesso, o quantomeno limitare l'impatto di una spesa aggiuntiva a quella degli abbonamenti mensili. In tale ottica, l'efficacia immediata dell'accordo tra Sky e Amazon è una graditissima sorpresa.

Proprio da oggi stesso l'app Prime Video è disponibile su tutti i dispositivi Sky in ogni Paese in cui l'azienda del gruppo Comcast opera, Italia inclusa. Ciò significa non solo Sky Q, ma anche Now TV Box e Smart Stick, i piccoli set-top-box basati sulla piattaforma Roku che vengono utilizzati principalmente per Now TV, la proposta budget OTT (Over The Top) di Sky. Per gli abbonati che utilizzano Sky Q, l'app è già disponibile nella sezione dedicata o tramite il comando vocale; sui dispositivi Now TV, invece, va installata dal mini-app store su cui si trovano già DAZN, Netflix ed alcune altre app, cui si aggiungerà Disney+ da marzo 2021, in tempo per l'arrivo della nuova sezione più adulta Star (che comporterà però un aumento dei prezzi, da 6,99€ a 8,99€ mensili – analogo impatto anche sul piano annuale, da 69,90€ a 89,90€). Contrariamente a Netflix, che si può abbinare all'abbonamento Sky nel pacchetto Intrattenimento Plus, qui non sono previste agevolazioni commerciali e la sottoscrizione a Prime Video resterà separata.

Ma non è solo una collaborazione unilaterale, da Amazon a Sky. Varrà anche in senso opposto di marcia, visto che l'app Now TV raggiungerà in via ufficiale nei primi mesi del 2021 i dispositivi Fire TV italiani (in UK, invece, l'app è stata resa disponibile già oggi), espandendo ulteriormente la disponibilità del servizio Sky dopo l'approdo di alcuni mesi fa su smart TV Sony con Android. Ciò contribuirà senz'altro a consolidare il notevole rapporto qualità/prezzo dei dispositivi Amazon, che già oggi anche senza Now TV offrono probabilmente il ventaglio più completo in termini di servizi supportati, incluso Apple TV+. D'altro canto, l'approdo di Prime Video su Now TV Box e Stick riduce in modo sensibile la necessità di uno scatolotto secondario per coloro che hanno puntato sugli ancor più economici prodotti della coppia Sky/Roku, disponibili a prezzi stracciati considerando i tre mesi inclusi di Cinema o Intrattenimento del servizio proprietario e spesso soggetti ad ulteriori promozioni.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.