Home Assistant presenta Blue: il pezzo mancante

Quando questa notizia e stata portata alla mia attenzione non ho potuto che apprezzare il sottotitolo assegnato al nuovo prodotto: il pezzo mancante. Con queste parole Home Assistant presenta Home Assistant Blue, il primo dispositivo hardware ottimizzato per far girare Home Assistant al meglio.

Partiamo dalle caratteristiche tecniche: Blue è basato su un micro computer ORDROID-N2+ (processore Amlogic S922X 6-core) con 4GB di RAM DDR4 al quale è stata collegata una memoria eMMC da 128GB (decisamente meglio delle microSD che usiamo con il Raspberry PI). Il dispositivo non ha il Wi-Fi ed il bluetooth ma si collega tramite la porta LAN Gigabit, ci sono 4 porte USB 3.0, 1 uscita HDMI, 1 uscita audio jack da 3,5mm ed un ingresso DC da 12V 2A.

Purtroppo mi tocca aggiungere una seconda Tag Line: l'occasione mancata. Avrebbero potuto inserire almeno un controller ZigBee (che è lo standard che va per la maggiore di questi tempi) per renderlo un prodotto decisamente migliore e più compatibile con i nostri accessori. Più che altro perché anche comprando qualcosa come un ConBee II si perde la semplice estetica del prodotto per via dell'antiestetico adattatore USB.

Gli sviluppatori ci assicurano che non abbandoneranno lo sviluppo per Raspberry e che se siamo già possessori di un ORDROID-N2+ ci basta installare Home Assistant ed avremo lo stesso tipo di supporto. Ad ogni modo non è del tutto escluso che questa presa di posizione abbastanza netta dell'azienda non abbia ripercussioni future sulle installazioni di Home Assistant che girano sui Raspberry Pi (3B e successivi) presenti nelle case degli utenti. Staremo a vedere cosa ci riserva il futuro. Il bundle è acquistabile sul sito ufficiale a $140 e sono disponibili pochi pezzi in edizione limitata.

Massimiliano Latella

Guest Editor - Fotografo matrimonialista, suono il Basso e la tecnologia è il mio leitmotiv.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.