Lentezza sui Mac M1 al ripristino dallo Stop: è colpa dell'ibernazione con Big Sur 11.3

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Marco Farruggio, Andrea Magnoli.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Da pochi giorni Apple ha rilasciato l'aggiornamento 11.3 di macOS Big Sur che, tra le altre cose, risolve una vulnerabilità che poteva consentire ad un malintenzionato di scavalcare i controlli di sicurezza di Gatekeeper. La maggior parte delle novità e correzioni interessano tutti i Mac, ma ce n'è una specifica per quelli con M1.

È stata infatti introdotta la modalità di ibernazione, storicamente nota su Mac come "Safe Sleep". Se vi suona strano sappiate che non siete gli unici, anch'io davo per scontato che fosse già supportata su Apple Silicon visto che sui Mac con Intel è presente da moltissimi anni. E invece no, a quanto pare non c'era.

L'ibernazione consente di salvare su disco le informazioni della sessione attiva, in modo da renderle persistenti anche in caso di assenza di corrente. Ora che c'è, però, qualcosa è cambiato nell'esperienza d'uso. Non l'ho notato personalmente ma se ne parlava nel nostro gruppo Telegram di SaggiSostenitori perché Alessandro ha notato un vistoso cambiamento nei tempi di riattivazione del suo MacBook Air (recensione).

Non avevo ancora aggiornato il mio, quindi non avevo visto il changelog e verificato in prima persona, ma il problema sembra derivare proprio dalla modalità di ibernazione. Infatti, Alessandro vedeva la tipica barra di progressione per il ripristino dell'immagine su disco quando alzava il coperchio. Ciò comportava un notevole rallentamento non necessario, dato che non dovrebbe attivarsi l'ibernazione quando si manda il computer in stop per qualche ora e c'è sufficiente batteria per mantenere le informazioni nella RAM. A fare 2+2 ed a fornirgli una soluzione rapida è stato Michele, sempre nel nostro gruppo, ripescando il classico comando da terminale che disattiva l'ibernazione:

sudo pmset -a hibernatemode 0

Ovviamente è una soluzione drastica che potete evitare se sopportate il tempo di attesa in più, ma può essere utile fintanto che il sistema non verrà affinato. Anche sui MacBook Pro 16" Intel l'ibernazione ha sempre dato problemi, mi auguro che Apple si metta d'impegno per farla funzionare nel modo corretto. Comunque si può riattivare all'occorrenza utilizzando lo stesso comando e sostituendo lo "0" (off / false) con "1" (on / true).

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram